Libia, estradato dal Niger il figlio di Gheddafi Saadi

Il terzogenito dell'ex dittatore era agli arresti domiciliari. E' stato consegnato al governo di Tripoli e portato in prigione. 38 anni, un passato anche come calciatore, era fuggito dal suo Paese poco prima della caduta del regime, nel 2011. FOTO E VIDEO
  • Il figlio dell'ex dittatore libico Muammar Gheddafi, Saadi Gheddafi, è stato estradato in Libia dal Niger, dove si trovava agli arresti domiciliari. Lo ha annunciato il governo libico - Il video
  • Saadi Gheddafi, 38 anni, era fuggito nel settembre 2011 e si era rifugiato in Niger, poco prima della caduta del regime di suo padre il 20 ottobre di quell'anno - Vita e morte di Gheddafi
  • Niamey, che gli aveva concesso asilo, si rifiutava di estradarlo nonostante le ripetute richieste delle nuove autorità libiche - Il video
  • Saadi Gheddafi, arrivato in aereo all'aeroporto internazionale di Matiga, a Tripoli, in piena notte è stato subito portato in prigione - La Libia del dopo Gheddafi
  • La trattativa è stata lunga. Il Niger infatti, nonostante le ripetute richieste del governo libico, si rifiutava di consegnarlo - Lo speciale Mediterraneo
  • Il governo libico, dopo aver diffuso il comunicato ufficiale con la notizia ell'estradizione, non ha voleuto aggiungere alcun dettaglio - Il video
  • Saadi è un nome conosciuto. Ha giocato tra il 2003 e il 2007 in diverse squadre del campionato di calcio - Vita e morte di Gheddafi