Egitto al voto sulla Costituzione. Scontri in piazza: morti

Oltre 53 milioni di egiziani sono chiamati alle urne. Tensioni tra pro-Morsi (che boicottano il referendum) e polizia in varie città: almeno undici morti. Davanti al tribunale della Capitale è esploso un ordigno senza provocare vittime. FOTO E VIDEO
  • Egitto al voto sulla nuova costituzione. Due ore prima dell'apertura delle urne un'esplosione è avvenuta davanti al tribunale del Cairo senza provocare vittime - Lo speciale
  • Secondo le prime ricostruzioni si è trattato di un ordigno artigianale - Tutte le foto
  • La giornata del referendum si è aperta fra imponenti misure di sicurezza. Che però non sono bastate a evitare scontri in diverse città tra pro-Morsi (che boicottano il voto) e polizia - Tutti i video
  • Sono oltre 53 milioni gli egiziani chiamati alle urne - Scontri tra polizia e manifestanti, morti
  • La Costituzione del dopo-Morsi è stata emendata a seguito del "congelamento" del testo approvato nel 2012, ispirato dai Fratelli musulmani, ora banditi come organizzazione terroristica - Il processo a Morsi
  • Scontata la vittoria del 'sì', occhi puntati invece sull'affluenza: in gioco c'è la credibilità del governo di transizione Lo speciale
  • Sarebbe di almeno 11 morti e 28 feriti il bilancio provvisorio delle violenze in Egitto in occasione del referendum costituzionale. Lo riferisce il ministero della Salute citato dalla stampa locale. Tutte le foto