È partita Gaia, la missione Esa per studiare le stelle: FOTO

Al via il viaggio del satellite che dovrà catalogare un miliardo di corpi celesti e creare così la più precisa mappa 3D della Via Lattea. Un “censimento” fondamentale per la comprensione dell'evoluzione della nostra galassia. GALLERY E VIDEO
  • Un compito ricco di significati scientifici e non solo: misurare lo spazio che esiste tra la Terra e le stelle. La missione Gaia, dell'Esa si appresta a catalogare 1 miliardo di stelle e a creare la più precisa mappa 3D della Via Lattea - Guarda il video
  • Una missione cosiddetta di scienza di base, al costo di “1 euro a stella”, fondamentale per la comprensione dell'evoluzione della nostra galassia - Cartoline dallo Spazio: l'album fotografico
  • Partita a bordo di un lanciatore Soyuz alle 06:12 locali (le 10:12 in Italia) disegnando un perfetto arco nel cielo cristallino dello spazioporto di Kourou, nella Guyana Francese, la missione Gaia realizzerà nei prossimi 5 anni una mappa 3D della galassia - Guarda il video
  • Il viaggio del satellite durerà ancora un mese verso l'obiettivo finale che si trova a circa 1,5 milioni di chilometri - Cartoline dallo Spazio: l'album fotografico
  • Per riuscire nel suo enorme compito Gaia è dotata di una fotocamera ottica da 1 miliardo di pixel di grande precisione e in grado di rilevare oggetti con una luminosità 400.000 volte inferiore di quella visibile a occhio nudo - Guarda il video
  • L'ambizioso obiettivo di Gaia è quello di cartografare, per la prima volta nelle 3 dimensioni, l'1% delle stelle della Via Lattea - Foto dall'account Twitter dell'Esa
  • Un totale di oltre 1 miliardo di oggetti, di cui misurerà distanza, dimensione, velocità e altre centinaia di parametri che costituiranno un enorme archivio di informazioni (foto dall'account Twitter dell'Esa) - Il video
  • Un progetto di astrometria, la geografia delle stelle, materia al centro dell'attenzione di molti scienziati e astronomi di sempre, da Ipparco a Galileo, fondamentale come strumento per tutti gli altri studi (foto dall'accont Twitter dell'Esa) - L'album fotografico dallo Spazio