Detroit insolvente, da Corte Usa via libera alla bancarotta

La metropoli del Michigan, cuore dell'industria automobilistica, ha ottenuto dai giudici l'accesso al Chapter 9: potrà disfarsi di 18 miliardi di dollari di debiti. E' il più grande fallimento di una municipalità nella Storia statunitense. FOTO e VIDEO
  • Detroit, capitale mondiale dell'automobile, può fare ricorso alla bancarotta. La città del Michigan è stata dichiarata insolvente dal giudice Steven Rhodes e potrà richiedere il Chapter 9, diventando il più grande fallimento di una municipalità Usa - Detroit in bancarotta: IL VIDEO
  • Detroit ha accumulato negli anni un debito di circa 18 miliardi di dollari. Grazie al Chapter 9, la procedura fallimentare per la bancarotta delle città, potrà disfarsi di questo fardello. "Questa città non può pagare, è insolvente", ha detto il giudice - - Usa, la città di Detroit dichiara fallimento
  • L'obiettivo, secondo il commissario straordinario che attualmente amministra la città, è quello di mettere a punto un piano che permetta a Detroit di andare avanti. Il ricorso al Chapter "è l'opportunità per una nuova ripartenza di Detroit", ha detto - Detroit in bancarotta: IL VIDEO
  • La crisi dell'industria automobilistica nel 2009 ha messo in ginocchio quella che un tempo era la quarta metropoli degli Usa. Detroit "ha bisogno di aiuto", ha affermato il giudice - Usa, la città di Detroit dichiara fallimento
  • La priorità assoluta è quella di ripristinare i servizi essenziali e di riportarli su standard e livelli accettabili per l'ex "Motor City", la culla dell'industria dell'auto, sede dei colossi di General Motors, Ford e Chrysler - Detroit in bancarotta: IL VIDEO
  • Il fallimento di Detroit, annunciato lo scorso 18 luglio, non ha precedenti di questa portata negli Usa. Il lungo declino della città, cominciato con le rivolte razziali del 1967, ha avuto un’accelerazione negli ultimi anni - Usa, la città di Detroit dichiara fallimento
  • La popolazione di Detroit, che negli anni cinquanta era la quarta città più popolosa del paese, è crollata da due milioni di abitanti a circa 700mila persone. La "Motor City" aveva uno dei redditi pro capite più alti del mondo - Detroit in bancarotta: IL VIDEO
  • Nel corso degli anni gli abitanti se ne sono andati per fuggire dalla criminalità e da servizi di base ormai scadenti. La percentuale di reati violenti è la più alta tra le grandi città del paese. Il tempo medio di risposta della polizia è di quasi un’ora - Usa, la città di Detroit dichiara fallimento
  • Circa 80mila edifici risultano abbandonati o gravemente danneggiati. Il 40% dei lampioni non funziona. Il tasso di disoccupazione si aggira tra il 16 e il 18%, più del doppio rispetto alla media nazionale - Detroit in bancarotta: IL VIDEO
  • Lo scarso livello dei servizi di base ha spinto sempre più cittadini ad andarsene, portando via in questo modo le entrate tributarie per le casse comunali. Dal 2010 al 2012 la città ha perso più di 250mila residenti - Usa, la città di Detroit dichiara fallimento
  • La Motown Records, storica casa discografica di Detroit è andata via da tempo. Così come la Packard Automotive, il cui stabilimento è ormai ridotto a rovina industriale - Detroit in bancarotta: IL VIDEO
  • Il gettito fiscale e gli aiuti provenienti dallo Stato sono crollati per la crisi del settore automobilistico, cuore della città, innescando un vortice di disoccupazione, povertà e criminalità - Usa, la città di Detroit dichiara fallimento
  • Nonostante il grado di abbandono totale della città, la sentenza del giudice Rhodes è arrivata nel giorno in cui le case automobilistiche americane hanno fatto segnare importanti passi avanti nelle vendite, mostrando segni di ripresa insperati - Detroit in bancarotta: IL VIDEO