Spagna, aborto: protesta Femen alla Camera

Manifestazione pro interruzione di gravidanza delle attiviste, che si sono alzate durante il discorso del Ministro della Giustizia Ruiz-Gallardon, promotore di un progetto di riforma, e si sono tolte le magliette, rimanendo a seno nudo. FOTO - ALBUM
  • 9 ottobre 2013. Al grido di 'L'aborto è sacro!', tre attiviste spagnole di Femen - il movimento in difesa dei diritti delle donne - hanno interrotto il Congresso dei deputati, per protestare contro la proposta di riforma dell'aborto - Femen, tutte le foto delle proteste
  • L'azione, avvenuta durante l'intervento del Ministro della Giustizia e promotore della riforma Ruiz-Gallardon, è stata salutata da un applauso dei deputati di Izquierda Unida, la Sinistra Unita - Le Femen dell'Europa protestano contro l'Ucraina
  • L'attuale legge consente l'aborto fino alla 14esima settimana di gestazione. Dalla 14esima alla 22esima solo "per grave rischio per la vita o la salute della madre o del feto". Dopo la 22esima solo per "anomalie nel feto incompatibili con la vita" - Il video della protesta
  • La riforma promossa dal governo sostanzialmente rappresenta un ritorno alla precedente normativa, che consentiva l'aborto solo nei casi di violenza sessuale, malformazione del feto o rischio per la salute della madre - Femen, tutte le foto delle proteste
  • Su ordine del presidente della Camera, Jesus Posada, le tre giovani sono state accompagnate fuori dall'aula e poste in stato di fermo dagli agenti del commissariato, per essere identificate e messe a disposizione dell'autorità giudiziaria - Le Femen dell'Europa protestano contro l'Ucraina