Spagna, 20mila persone per la prima Tomatina a pagamento

Come ogni anno dal 1949 a Buñol, vicino a Valencia, migliaia di persone hanno inscenato una battaglia con un'arma particolare: circa 130 tonnellate di pomodori. Da quest'anno però il sindaco ha imposto un biglietto di 10 euro per i non residenti. FOTO
  • Fiumi di pomodoro nelle strade e sui vestiti dei partecipanti. Anche quest'anno la Tomatina ha accolto 20mila partecipanti tra spagnoli e turisti stranieri - La Spagna in crisi che lotta per una casa
  • Complice l'austerity ispirata dalla crisi economica, quest'anno il sindaco di Buñol Joaquin Masmano ha imposto un discusso biglietto di 10 euro per i non residenti con lo scopo di coprire i costi della festa e rimpinguare le casse comunali - Spagna, tra crisi e proteste: il diario fotografico
  • I turisti che hanno voluto partecipare alla festa dall'alto dei camion di pomodori hanno dovuto sborsare fino a 750 euro - Mongolfiere sui cieli di Barcellona
  • L'introduzione del biglietto è dovuto alla necessità del Comune di Buñol di coprire i circa 150mila euro di costi della Tomatina e per limitare il numero di partecipanti per ragioni di sicurezza - Fuochi e spettacolo, le Fallas di Valencia
  • Lo scorso anno avevano partecipato alla Tomatina circa 50 mila persone - Tutte le notizie sulla Spagna
  • Le entrato dovrebbero ammontare a 300 mila euro. Hanno partecipato persone da 60 Paesi: stando alle prenotazioni, la maggior parte da Australia (19,19% dei partecipanti), Giappone (17,94%) e Gran Bretagna (11,20%) - Spagna, tra crisi e proteste: il diario fotografico
  • Solo 7,83% dei biglietti sono stati venduti a spagnoli. Il 60% dei partecipanti ha tra i 18 e i 30 anni, ma non mancano le persone anziane: il più in là con gli anni è stato un 82enne - La Spagna in crisi che lotta per una casa
  • Secondo le fonti storiche più attendibili la Tomatina risale al 1949, quando un gruppo di ragazzi intese "punire" un chitarrista maldestro lanciandogli contro dei pomodori perché non suonava bene - Mongolfiere sui cieli di Barcellona
  • In seguito la pomodorata è diventata una festa codificata nella settimana in onore di San Luigi Bertrán e della Vergine degli abbandonati, patroni del paese, e si tiene l'ultimo mercoledì di agosto - Fuochi e spettacolo, le Fallas di Valencia
  • Uno dei partecipanti si riposta esausto su un marciapiede della cittadina di Buñol, nelle vicinanze di Valencia - Tutte le notizie sulla Spagna