Grecia, via libera a migliaia di licenziamenti nello Stato

Il Parlamento ha approvato un contestato piano che coinvolge, tra perdita di posti di lavoro e cassa integrazione, circa 25 mila dipendenti pubblici. All'esterno esplode la protesta contro il provvedimento. LA FOTOGALLERY
  • Il voto è arrivato nella tarda nottata tra il 17 e il 18 luglio. I tagli sono passati con il voto di 153 dei 300 deputati - La crisi in Grecia: foto
  • Il piano di licenziamenti era stato richiesto dai creditori internazionali dell'Unione Europea e il Fondo Monetario internazionale come condizione per il versamento di un prestito da sette miliardi di euro - Tutte le notizie dalla Grecia
  • Secondo lo schema approvato, oltre 4mila lavoratori del settore pubblico, soprattutto insegnanti e dipendenti delle amministrazioni locali, perderanno il posto di lavoro entro l'anno - Sospesa per ora la chiusura della tv pubblica Ert
  • La riforma dell'amministrazione pubblica prevede lo spostamento ad altre funzioni, il licenziamento o la cassa integrazione per 25mila dipendenti statali entro la fine dell'anno - La crisi in Grecia: foto
  • Eppure per i greci la giornata era iniziata con una buona notizia, annunciata dal premier Antonis Samaras: l'accordo raggiunto tra il governo e i rappresentanti della troika per la riduzione dell'Iva sui ristoranti e i prodotti di ristorazione - Tutte le notizie dalla Grecia
  • A nulla sono valse quindi le proteste di migliaia di dipendenti pubblici, insegnanti, poliziotti che da due giorni si sono assiepati davanti al Parlamento nella speranza di conservare il lavoro bloccando l'approvazione della riforma - Sospesa per ora la chiusura della tv pubblica Ert
  • E se Samaras, dopo il voto, ha rivendicato il risultato ottenuto sull'Iva promettendo ai greci "giorni migliori", il leader della sinistra radicale Alexis Tsipras, ha parlato di "sacrificio umano" definendo il progetto un "disastro" - La crisi in Grecia: foto
  • Il voto è arrivato a poche ore della visita del ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble, rappresentante di quella Germania vista dai greci, e non solo, come il principale sostenitore delle misure di austerità - Tutte le notizie dalla Grecia
  • Proteste ad Atene contro il piano che coinvolge tra licenziamenti e cassaintegrazione circa 25.000 dipendenti statali entro la fine dell'anno - L'album fotografico sulla Grecia