Polonia, tutti salvi i minatori rimasti intrappolati. FOTO

Diciannove lavoratori erano rimasti bloccati a 600 metri sottoterra a causa di una scossa di terremoto. I soccorritori hanno dovuto scavare un cunicolo e farli uscire uno ad uno. Due sono feriti in modo lieve, mentre gli altri stanno bene. LA FOTOGALLERY
  • Un lavoratore abbraccia un parente all'uscita della miniera di rame di Rodna. A causa di una scossa di terremoto durata 10 secondo 19 lavoratori erano rimasti intrappolati a 600 metri sottoterra
  • Dopo oltre sette ore di intervento i diciannove minatori sono stati tratti tutti in salvo
  • I soccorritori hanno dovuto lavorare alacremente per scavare un cunicolo che permettesse loro di raggiungere per tempo i dispersi, i quali sono poi stati via via riportati alla luce attraverso un pozzetto realizzato per l'occasione
  • Soltanto due di loro hanno avuto bisogno di cure, ma per ferite lievi, mentre i compagni sono potuti tornare subito alle rispettive case
  • La miniera di Rudna è situata nella regione meridionale polacca della Slesia, circa 400 chilometri a sud-ovest di Varsavia ed è gestita dallo stato. L'amministratore ha definito quanto accaduto "l'incidente più grade della nostra storia"