India, manifestazioni di protesta contro gli stupri. FOTO

Migliaia di persone sono scese in piazza dopo la morte della giovane studentessa violentata a New Delhi. Molti dei sit-in sono stati pacifici e silenziosi ma le forze dell'ordine temono un'escalation emotiva e nuovi scontri 
  • 29 dicembre 2012: l'India scende in piazza dopo la morte della ragazza stuprata a New Delhi lo scorso 16 dicembre. Migliaia di persone hanno manifestato contro la violenza sulle donne, una piaga ancora molto diffusa nel paese asiatico - India, è morta la ragazza stuprata. Si temono nuovi scontri
  • Almeno tremila persone si sono ritrovate nell'area del Jantar Mantar di New Delhi. La protesta vicino al Parlamento indiano si è svolta in maniera pacifica ma i manifestanti hanno chiesto misure drastiche per arginare la violenza contro le donne - Violenza sulle donne, 113 vittime in Italia dal 2012
  • L'India è rimasta sotto choc per la vicenda della studentessa di 23 anni che lo scorso 16 dicembre subì uno stupro di gruppo su un autobus. La morte della ragazza, ribattezzata Damini, ha scatenato una nuova ondata di proteste nelle strade del paese - India, è morta la ragazza stuprata. Si temono nuovi scontri
  • La giovane era stata stuprata, picchiata e torturata da sei persone. Le sue condizioni, da subito gravissime, sono peggiorate giorno dopo giorno. Il trasferimento in un ospedale di Singapore non è servito a salvarle la vita - #StaiZittaCretina: una foto per i diritti delle donne
  • La notizia della morte ha provocato una protesta spontanea per le strade di New Delhi. Nessun incidente è stato segnalato e le manifestazioni sono state pacifiche. Slogan e striscioni inneggiano alla pena di morte per i violentatori o la castrazione - India, è morta la ragazza stuprata. Si temono nuovi scontri
  • Nonostante la calma apparente, le forze dell'ordine temono un'escalation emotiva che potrebbe sfociare in scontri e violenze. L'area intorno all'India Gate è presidiata da centinaia di agenti in tenuta antisommossa - "Se non ora, quando?": le donne tornano in piazza
  • Impiccagione e castrazione per i violentatori sono le richieste più diffuse tra i manifestanti. Molti dei sit-in sono caratterizzati dal completo silenzio con le persone imbavagliate, in polemica contro il divieto di protestare - India, è morta la ragazza stuprata. Si temono nuovi scontri
  • I dimostranti hanno cantato seduti in cerchio dopo aver acceso decine di candele in onore di Damini, come è stata chiamata la giovane vittima, la cui identità non è stata rivelata per motivi di privacy - "Se non ora, quando?" in piazza a Milano
  • Le forze dell'ordine hanno diffuso un appello alla calma. Intanto alcuni quartieri sono stati bloccati e una decina di stazioni della metropolitana sono chiuse. Si teme una replica degli scontri di domenica scorsa in cui un poliziotto perse la vita - India, è morta la ragazza stuprata. Si temono nuovi scontri
  • Le violenze di domenica scorsa hanno causato 100 feriti e un agente ucciso. Il premier Singh si è detto "profondamente addolorato" per la morte della ragazza e ha assicurato che farà il possibile per tradurre le emozioni in azioni concrete - Violenza sessuale: a chi chiedere aiuto
  • Tra le iniziative promesse dal governo indiano per frenare il femminicidio ci sono una campagna di arruolamento di donne in polizia e una banca dati con i nomi delle persone condannate per reati sessuali - #StaiZittaCretina: una foto per i diritti delle donne