The Wrong side, l'orrore in Messico negli scatti di Sessini

Il fotoreporter francese ha vissuto per mesi a Ciudad Juarez e Tijuana, due dei luoghi al mondo con il più alto tasso di omicidi. Le sue immagini, in mostra fino al 2 dicembre allo Spazio Forma di Milano, raccontano una realtà di violenza e desolazione
  • Gli scatti di Sessini, frutto di otto viaggi in Messico, sono confluiti nella raccolta "The Wrong side", in mostra allo Spazio Forma di Milano (credits Jerome Sessini - Magnum Photos - Contrasto) Messico, scontri in carcere: 20 morti
  • Ventiseimila morti ammazzati in dieci anni. In Messico si combatte una guerra silenziosa. Il photoreporter francese Jerome Sessini ha trascorso mesi interi tra Ciudad Juarez e Tijuana (credits Jerome Sessini - Magnum Photos - Contrasto) Messico, 15 ragazzi uccisi da un commando
  • Il lavoro di Jérôme Sessini si concentra sulla zona di confine tra Messico e Stati Uniti. Culiacan, Tijuana e Ciudad Juarez: le città con il più alto tasso di morti ammazzati al mondo (credits Jerome Sessini - Magnum Photos - Contrasto) Messico, strage durante un party: 17 giovani uccisi
  • Molte città messicane sono terre di nessuno, in mano ai cartelli dei narcos (credits Jerome Sessini - Magnum Photos - Contrasto) Messico, sparatoria in carcere. 29 morti
  • Sessini ha iniziato fotografando strade, risse, omicidi, scene del crimine. Poi è riuscito ad entrare nelle case di chi cerca di sopravvivere alla guerra tra bande di narcotrafficanti (credits Jerome Sessini - Magnum Photos - Contrasto) Spazio Forma presenta la mostra di Jerome Sessini
  • The Wrong side ha vinto l'ultima edizione del premio F per il fotogiornalismo "per l'intensa esplorazione della violenza in una realtà pericolosa" (credits Jerome Sessini - Magnum Photos - Contrasto) La via della droga passa per il Messico
  • Jerome Sessini fa parte dell'agenzia Magnum Photos e ha alle spalle una lunga carriera in zone difficili: Kosovo, Iraq, Haiti, Siria e Libia. (credits Jerome Sessini - Magnum Photos - Contrasto) Obama in Messico per la lotta ai narcos
  • Le immagini del Messico, intrise di violenza e disperazione, sono visibili allo Spazio Forma di Milano fino al 2 dicembre (credits Jerome Sessini - Magnum Photos - Contrasto) Messico, i narcos uccidono due impiegati al consolato Usa
  • Nonostante il presidente messicano uscente Felipe Calderon abbia dichiarato guerra ai narcos nel 2006, il numero di morti ammazzati rimane stabile. Un conflitto civile che ha causato 26mila vittime (credits Jerome Sessini - Magnum Photos - Contrasto) Messico, 16 morti in sparatoria tra narcos e soldati
  • Lo scenario fotografato da Sessini è cupo, la quotidianità tragica dei protagonisti si mescola con la decadenza dei luoghi. Il "lato sbagliato" è distante pochi metri dal confine con il sogno americano (credits Jerome Sessini - Magnum Photos - Contrasto) Messico, rapiti 22 turisti ad Acapulco