Coopa Roca, l’arte della favela nelle passerelle della moda

A Rocinha, lo slum più grande del Sud America, una sociologa e 80 donne hanno costruito un brand d’alta moda di successo, con lo scopo di emanciparsi. Senza trascurare l’equilibrio tra il lavoro e la famiglia
  • Le artigiane di Coopa Roca al lavoro nell’atelier di Rocinha, la favela più grande del Sud Ameria a Rio de Janeiro (foto di Eliano Rossi) - La moda sfila a Rio de Janeiro
  • A Rocinha vivono circa 150 mila persone. La favela è stata a lungo sotto il comando dei trafficanti di droga. Lo scorso novembre è stata pacificata dalla polizia militare in vista della coppa del mondo 2014 (Foto di Eliano Rossi) La protesta degli indios al Rio+20
  • Coopa Roca è riuscita a creare un brand di alta moda senza trascurare la qualità di vita delle lavoratrici (Foto di Eliano Rossi) - La storia di Coopa Roca
  • Le artigiane di Coopa Roca organizzano la giornata. Possono portare i figli nell’atelier, o lavorare da casa (Foto di Eliano Rossi) - Brasile, giornata mondiale dell'ambiente
  • Un’artigiana mostra il suo lavoro a Teresa Leal, fondatrice di Coopa Roca (Foto di Eliano Rossi) - La storia di Coopa Roca
  • Le artigiane di Coopa Roca creano vestiti e producono oggetti di design e accessori: lampade, cuscini, trapunte e sciarpe (Foto di Eliano Rossi) - Strage nella scuola di Rio de Janeiro
  • “I fattori fondamentali nel nostro settore sono due: qualità dei prodotti e puntualità delle consegne”, spiega Teresa Leal, 50 anni, fondatrice di Coopa Roca (Foto di Eliano Rossi) - La Storia di Coopa Roca
  • Il lavoro viene retribuito in base alla produzione. Le artigiane riescono a guadagnare più di mille reais al mese (circa 400 euro). Per l’economia della favela è uno stipendio degno (Foto di Eliano Rossi) - Brasile, l'alluvione sommerge Rio de Janeiro
  • Teresa Leal, 50 anni, fondatrice di Coopa Roca. E’ arrivata a Rocinha trent’anni fa e coordina il lavoro delle artigiane (Foto di Eliano Rossi) - La storia di Coopa Roca
  • Le donne di Coopa Roca vengono tutte nella favela di Rocinha. L’appartenenza alla comunità è un tratto distintivo della cooperativa (foto di Eliano Rossi) - La moda sfila a Rio de Janeiro
  • “Le donne qui si conquistano nuovi spazi. La favela è una comunità maschilista, ma da quando le artigiane portano lo stipendio a casa le cose stanno cambiando”, racconta Teresa Leal (Foto di Eliano Rossi) La storia di Coopa Roca
  • Quando nella favela comandavano i trafficanti, il quartiere dell’atelier era una zona pericolosa. Bisognava nascondersi sotto i tavoli durante le sparatorie (Foto di Eliano Rossi) - La protesta degli indios al Rio+20
  • “La pacificazione ha cambiato la favela: c’è silenzio nelle strade. Un silenzio che si vede, perché le uniche armi in giro sono quelle della polizia”, racconta Teresa Leal (Foto di Eliano Rossi) - Brasile, la giornata mondiale dell'ambiente
  • Nel 2004 Coopa Roca ha partecipato all’esposizione di Selfridges a Londra. Poi sono arrivati gli inviti nelle passerelle di Francia e Germania. Nel 2010 erano al Fuorisalone di Milano (Foto di Eliano Rossi) Strage nella scuola di Rio de Janeiro
  • Il 17 maggio scorso Coopa Roca ha aperto un negozio nello Shopping Mall di Sao Conrado, quartiere chic di Rio de Janeiro – L'alluvione sommerge Rio
  • Il locale del negozio è stato concesso gratuitamente dallo Shopping Mall. Coopa Roca, oltre ad essere un’impresa a tutti gli effetti, è anche un progetto sociale (Foto di Eliano Rossi) - Le più belle immagini dal carnevale di Rio
  • La vetrina con i prodotti di Coopa Roca nello Shopping Mall di Sao Conrado, a Rio de Janeiro (Foto di Eliano Rossi) - La storia di Coopa Roca
  • Anche le commesse del negozio vengono dalla favela. Grazie allo stipendio di Coopa Roca portano avanti gli studi universitari (Foto di Eliano Rossi) - La moda sfila a Rio de Janeiro