Presidenziali Usa: 100 anni di faccia a faccia elettorali

Chi l’ha spuntata e chi ha visto sfumare il sogno di abitare alla Casa Bianca. Da Richard Nixon e Ronald Reagan, passando per Barack Obama e George W. Bush, una rassegna dei confronti-scontri elettorali che hanno fatto la storia delle elezioni americane
  • Da Woodrow Wilson e Ronald Reagan a Barack Obama e George W. Bush, i faccia a faccia elettorali, con le loro campagne che durano mesi, i confronti in tv e le convention in grande stile in giro per l’America, appassionano da sempre il mondo intero. I accept your nomination: 28 anni di candidature in una clip
  • 2012: Barack Obama (a sinistra) e Mitt Romney. Tutto è pronto per il faccia a faccia elettorale che il 6 novembre prossimo proclamerà il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America. America 2012: tutte le foto
  • 2008: Barack Obama (a sinistra) e John McCain. I democratici hanno conquistato gli Stati Uniti con l’outsider Obama, primo afro-americano ad essere eletto alla guida del paese. Obama, l’album fotografico
  • 2004: George W. Bush (a sinistra) e John Kerry. 62 milioni di voti hanno proclamato presidente, per la seconda volta consecutiva, Bush figlio. Durante il suo mandato il presidente si è concentrato specialmente sulla guerra al terrorismo. Presidenziali Usa 2012, la campagna elettorale in 20 foto
  • 2000: George W. Bush (a sinistra) e Al Gore. La sfida fra i candidati è stata molto dibattuta, fino alla proclamazione della vittoria di Bush, dovuta a pochissimi voti di distacco. Sotto il suo mandato è avvenuto il terribile attacco alle Torri Gemelle. 11 settembre: il mondo ricorda. Le foto
  • 1996: Bill Clinton (a sinistra) e Robert J. Dole. Il democratico Clinton si riconferma presidente, con un largo margine di preferenze di voti. Durante il suo mandato è stato travolto dallo scandalo del Sexgate. Parata di stelle per Obama
  • 1988: George Bush (a sinistra) e Michael Dukakis. Con oltre 48 milioni di voti il repubblicano Bush va alla guida degli Stati Uniti. Ma la promessa, mancata, di non introdurre nuove tasse gli è costata la nomina alle successive elezioni. Romney in corsa per la Casa Bianca
  • 1984: Ronald Reagan (a sinistra) e Walter Mondale. Il presidente uscente, Reagan, ha travolto il candidato democratico, conquistando tutti gli stati votanti, eccetto il Minnesota e Washington D.C. Usa 2012, la convention repubblicana incorona Mitt Romney
  • 1980: Ronald Reagan (a sinistra) e Jimmy Carter. Al presidente uscente Carter il popolo americano non ha rinnovato la fiducia, dando inizio all’era di Reagan, durata otto anni. Bill Clinton si inchina a Obama. E rilancia la rielezione
  • 1976: Jimmy Carter (a sinistra) e Gerald Ford. Ad avere la meglio è il democratico Carter, personalità del tutto nuova sulla scena politica. Sotto il suo mandato sono stati firmati gli accordi di pace di Camp David. Usa 2012, le due convention viste dall'iPhone
  • 1972: Richard Nixon (a sinistra) e George McGovern. Con oltre il 60 per cento di preferenze il repubblicano Nixon sbaraglia l’avversario: per lui è la seconda elezione a presidente. Travolto dallo scandalo Watergate, è costretto a dimettersi dalla carica. Parata di stelle per Obama
  • 1968: Richard Nixon (a sinistra) e Hubert Humphrey. Il repubblicano Nixon ottiene la presidenza per un pugno di voti. L’avversario si era candidato a campagna elettorale già in corso, sostituendo il senatore Robert F. Kennedy, morto assassinato. “Hope” contro “business”, sfida di parole tra Obama e Romney
  • 1964: Lyndon Baines Johnson (a sinistra) e Barry Goldwater. Il democratico Johnson, candidatosi come vice di John F. Kennedy, ha preso il suo posto dopo l’assassinio, nel 1963, ottenendo alle elezioni la carica di presidente. La notte di Obama, tra realismo e fiducia
  • 1960: John F Kennedy (a sinistra) e Richard Nixon. Vittoria per il democratico Kennedy, presidente uscente, con uno strettissimo margine di maggioranza di voti. È stato il primo presidente cattolico e anche il più giovane: aveva 43 anni. La First Lady è 2.0
  • 1952: Dwight Eisenhower (a sinistra) e Adlai Stevenson. Il partito repubblicano ha scelto il generale dell’esercito, meglio conosciuto con lo pseudonimo di “Ike”, per sfidare il democratico Stevenson. La scelta è stata premiata dagli americani. Casa Bianca, la sfida delle primarie passa anche dai figli dei candidati
  • 1932: Franklin Delano Roosevelt (a sinistra) e Herbert Hoover. Grazie al New Deal, il piano di riforme che ha permesso agli Stati Uniti di uscire dalla depressione degli anni Trenta, Roosevelt ha conquistato gli americani: è stato eletto per 4 volte. Obama, undici cose da sapere sulla gioventù del presidente
  • 1912: Woodrow Wilson (a sinistra) e William Howard Taft. Il democratico Wilson è stato eletto presidente degli Stati Uniti d’America per due candidature consecutive. Mentre era in carica ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace. Usa 2012, la convention repubblicana incorona Mitt Romney