Usa 2012: una, dieci, cento, mille spille

È da sempre uno dei gadget più in voga per dichiarare il proprio sostegno a un candidato. Dai tempi di John F. Kennedy e Richard Nixon, ha sempre avuto un ruolo rilevante nella politica americana: ecco le spille che hanno fatto la storia degli Stati Uniti
  • Negli Stati Uniti i sostenitori dei candidati alla Casa Bianca si sfidano a colpi di merchandising. Da quelle ufficiali alle imitazioni, il gadget più amato è la spilla, da sfoggiare su abiti, cravatte e berretti - “Hope” contro “business”, sfida di parole tra Obama e Romney
  • In occasione della sua attuale candidatura, il presidente degli Stati Uniti in carica Barack Obama vanta una vera collezione di spille a lui dedicate. Quella dei gadget elettorali è una iniziativa ormai consolidata per coinvolgere gli elettori - Obama, l’album fotografico
  • Spille a tema in occasione, nel 2008, della prima candidatura alla presidenza degli Stati Uniti di Barack Obama - Obama, undici cose da sapere sulla gioventù del presidente
  • La febbre da elezioni contagia i sostenitori di Barack Obama: nei negozi le spille a lui dedicate vanno a ruba. Diversa la situazione per il candidato repubblicano John Mc Cain, battuto alle elezioni presidenziali del 2008 - Credits: Flickr/Bruce Reyes-Chow
  • Un sostenitore del partito dei repubblicani indossa alcune spille a sostegno di John McCain, avversario di Obama alle presidenziali del 2008, e di Sarah Palin, sua vice - La notte di Obama, tra realismo e fiducia
  • Dal 2002 al 2007 governatore dello Stato del Massachusetts, Mitt Romney quest’anno si prepara ad affrontare Barack Obama alle elezioni presidenziali che si svolgeranno il prossimo 4 novembre - Usa 2012, la convention repubblicana incorona Mitt Romney
  • “Believe in America”, lo slogan sulla spilla dedicata a Mitt Romney appuntata su di un foulard patriottico a stelle e strisce - Tra le stanze di Obama
  • Nel 2008 la corsa alla Casa Bianca per Hillary Clinton si è conclusa già dalle primarie del partito democratico, dove l’ha spuntata il collega Barack Obama - Romney in corsa per la Casa Bianca
  • Nel 2008 si vedevano dappertutto, ma non è bastato il forte patriottismo trasmesso dalle spille dedicate a Hillary Clinton per permettere alla ex First Lady di tornare ad essere inquilina della Casa Bianca - La First Lady è 2.0
  • La spilla dedicata alla candidatura di George W. Bush nel 2004, dopo la fine del suo primo mandato da presidente americano. Il presidente uscente ha sconfitto il democratico John Kerry, raccogliendo 62 milioni di voti - Casa Bianca, la sfida delle primarie passa anche dai figli dei candidati
  • Non sono bastati per ottenere la presidenza, ma i voti raccolti dal democratico John Kerry durante le presidenziali del 2004 sono stati numerosi: oltre 59 milioni. In giro, probabilmente, circolavano altrettante spille a lui dedicate - Usa 2012, le due convention viste dall'iPhone
  • Alla Convention Nazionale Democratica del luglio 2004, una elettrice sfoggia un cappello zeppo di spille pro-senatore Kerry, a sostegno del rappresentante del suo partito di appartenenza - Parata di stelle per Obama
  • Nel 2000 ad abbellire abiti e copricapi degli elettori del partito democratico erano le spille dedicate al vicepresidente democratico uscente Al Gore. Fu sconfitto da Bush - Romney: Clint, Dio e gli scandali. Racconto per immagini
  • Nel 1996 Bill Clinton, presidente in carica, ci riprova e con ben 8 punti percentuali di distacco dal suo avversario Robert J. Dole si riconferma presidente degli Stati Uniti. Per il “presidente del Sexgate”, spille di ogni genere - Bill Clinton si inchina a Obama. E rilancia la rielezione
  • È già la terza volta (nel 2012, nel 1988 e nel 2008) che il candidato repubblicano Ron Paul punta, invano, alla Casa Bianca. Nonostante uno slogan accattivante: “Restore America Now”, “Fai guarire l’America adesso” - Usa 2012, la convention repubblicana incorona Mitt Romney
  • Wallace, Reagan, Clinton, Kennedy e molti altri. La spilla elettorale è da sempre un potente strumento di promozione all’interno delle campagne elettorali americane. Anche più dei tradizionali manifesti - Credits: Flickr/Allen Brewer
  • Già ai tempi dell’elezione di Richard Nixon le spille erano uno dei gadget elettorali più diffusi. Eccone una risalente alle elezioni presidenziali americane del 1972 - Credits: Flickr/Gary Denham
  • Al John F. Kennedy Presidential Library di Boston una selezione di spille dedicate al presidente che vinse le elezioni del 1960 - Credits: Flickr/Minnesota Historical Society
  • “Pace, progresso, prosperità”. È il messaggio riassunto sulla spilla dedicata al generale Dwight D. Eisenhower, detto "Ike", candidatosi (con successo) alle elezioni presidenziali statunitensi del 1952 - Credits: Flickr/Janice Waltzer