Filippine, tatuaggi in carcere come simboli di appartenenza

Nella prigione di New Bilibid, penitenziario di Stato alle porte di Manila, sono rinchiusi molti dei criminali appartenenti alle gang della capitale. La cultura del disegno sulla pelle serve come riconoscimento per i membri dei diversi clan. FOTO
  • Nel carcere di New Bilibid, alle porte della capitale delle Filippine Manila, sono rinchiusi molti esponenti delle locali bande criminali. Per favorire il riconoscimento tra clan vengono utilizzati i tatuaggi. Le star e quel tatuaggio a scomparsa
  • L'esposizione del proprio corpo è un modo per segnalare l'appartenenza a un determinato clan. Guarda come ti cancello il tatuaggio
  • Nel penitenziario di Stato di New Bilibid, sono rinchiusi molti ergastolani per crimini come omicidio, sequestro, rapine. Cannes: i tatuaggi che sfilano sulla Croisette
  • La cultura delle gang è entrata con facilità nel carcere e ogni affiliato a un particolare clan deve sottoporsi al rito del tatuaggio. Tatuaggi letterari
  • La pratica dei tatuaggi è considerata illegale nel carcere di Manila. Eppure tramite attrezzatura fatta entrare di contrabbando, i detenuti riescono a tatuare i propri affiliati. Tatuaggi o Body Art? Questo è il problema!
  • Nonostante le limitazioni dei carcerieri, i detenuti "tatuatori" riescono a improvvisare e quindi a segnare i corpi dei compagni di prigionia appartenenti al proprio clan. Tatuaggi da spiaggia