Sisma in Iran, centinaia di vittime e villaggi distrutti

Si aggrava di ora in ora il bilancio del doppio terremoto che sabato 11 agosto 2012 ha colpito la zona nordoccidentale del Paese. Oltre 300 i morti, in maggioranza donne e bambini. Migliaia i feriti, circa cinquemila le case danneggiate
  • Sono oltre 300 le vittime delle due violente scosse sismiche che l'11 agosto hanno investito l'Iran nord-occidentale. Più di tremila i feriti - Le prime immagini del sisma
  • In molti casi i familiari hanno provveduto alla sepoltura dei congiunti prima dell'intervento delle autorità - I morti sono almeno 300
  • Tra le vittime del sisma tante donne e bambini - Le prime immagini del sisma
  • Il responsabile della cellula di crisi del ministero dell'Interno Hossein Ghadami ha detto che 115 villaggi sono stati distrutti tra il 40 e il 60% e sono stati registrate tra le 4.500 e le 5.000 case danneggiate - I morti sono almeno 300
  • Il governo ha deciso di fornire agli abitanti della regione un aiuto immediato per la ricostruzione delle case - Le prime immagini del sisma
  • Ogni famiglia riceverà 20 milioni di rial (780 euro circa) a fondo perduto ed altri 120 milioni di rial (4.500 euro) a basso tasso di interesse per la ricostruzione - I morti sono almeno 300
  • Il terremoto si è sviluppato in due momenti successivi, a 11 minuti di distanza l'uno dall'altro - Le prime immagini del sisma
  • La prima scossa, il cui epicentro è stato localizzato a un'ottantina di chilometri da Tabriz, ha avuto un'intensità di 6,4 gradi sulla scala aperta Richter - I morti sono almeno 300
  • La seconda, dall'epicentro di 48 chilometri rispetto allo stesso capoluogo della regione dell'Azerbaigian orientale, è arrivata a magnitudo 6,3 - Le prime immagini del sisma
  • Dal 13 agosto sono state sospese le operazioni di soccorso perché è stato ritenuto che fossero ormai stati tratti in salvo tutti i possibili superstiti - I morti sono almeno 300