La sfida dei font: Obama è Gotham, Romney è Mercury

Cosa ci dicono sui candidati i caratteri tipografici usati negli slogan? Il presidente in carica ha scelto un font fresco ed elegante. Lo sfidante repubblicano uno più classico e ‘smart’. Il confronto con le precedenti campagne
  • Le campagne elettorali sono anche una guerra di slogan e caratteri tipografici. Secondo gli esperti di psicologia la scelta di un font influenza il subconscio, collegando il messaggio che stiamo leggendo a un’emozione - Due secoli di manifesti elettorali
  • Come nel 2008, anche per la ricandidatura Barack Obama si è affidato al Gotham, font creato da uno studio di New York per risultare maschile, fresco ed elegante - La campagna in 20 foto
  • Mitt Romney ha invece preferito il font Mercury, più aggraziato ed elegante, ma anche più classico e tradizionale - America 2012, sfida delle convention
  • Secondo lo studio Hoefler & Frere-Jones che l’ha ideato, il Gotham è un font creato per essere al tempo stesso “fresco e rassicurante, ma con una forte credibilità” - Non solo Obama- Romney: ecco gli outsider per la Casa Bianca
  • Anche il Mercury è stato creato dallo studio Hoefler & Frere-Jones. Viene descritto come vivace, smart, veloce, ma anche calmo e rassicurante - La First Lady è 2.0
  • Di recente, Obama ha sorpreso gli appassionati di comunicazione introducendo un nuovo slogan (“Betting on America”) e un nuovo font (il Revolution Gothic) - A tavola con il Presidente
  • Il Revolution Gothic usato di recente da Obama è ispirato ai poster della propaganda cubana degli anni ‘60. Forse Obama vuole darsi di nuovo un tocco rivoluzionario? - Parata di stelle per Barack Obama
  • Anche Mitt Romney a volte alterna il Mercury con il Withney, font creato per l’omonimo museo, con lo scopo di essere facilmente leggibile e chiaro - Usa: quando la star fa l'endorsement
  • Font che vince non si cambia. Anche nel 2008 Obama aveva usato il Gotham, ma nella variante sans serif (senza le grazie). La versione 2012 è invece con le grazie - Obama, fotostoria di un sogno americano
  • Secondo gli osservatori, il Gotham senza le grazie del 2008 ha esaltato la O di Obama e ha reso il suo messaggio più chiaro e distinguibile - Tra le stanze di Obama
  • Nel 2008 Hillary Clinton si è affidata al New Baskerville Bold, carattere più antico spesso usato dalle università e dagli studi legali - La dolce vita romana di Hillary
  • John McCain aveva invece scelto Optima, un font che viene spesso usato nei memoriali. Un modo per sottolineare la sua partecipazione alla guerra in Vietnam - Tutti i video
  • Sia il Gotham di Obama che il Mercury di Romney sono stati creati in origine per due riviste, entrambe maschili. Il primo per GQ, il secondo per Esquire - Speciale America 2012