SlutWalk a Buenos Aires, nude nonostante il freddo

La protesta delle donne “provocanti” è arrivata anche in Argentina. Manifestano contro gli abusi sessuali e cercano di far capire che un décolleté pronunciato o un seno in vista non rappresentano un consenso implicito a fare sesso. GUARDA LE FOTO
  • Si è svolta anche a Buenos Aires la protesta della SlutWalk, le donne che manifestano contro gli stupri e le aggressioni sessuali - Le altre gallery sugli SlutWalk
  • Partita da Toronto, dopo le dichiarazioni di un poliziotto secondo il quale minigonna e décolleté equivalgono a un consenso per un rapporto sessuale, la protesta delle donne sta diventando contagiosa
  • Tutto è nato dalla dichiarazione di un poliziotto canadese: se le donne non vogliono essere stuprate non devono vestirsi da “slut” (termine volgare per “sgualdrine”). Le proteste non si sono fatte attendere
  • "Un no è un no", più chiaro di così... - Le altre gallery sugli SlutWalk
  • In centro a Buenos Aires per dire no alle violenze sessuali
  • Una manifestazione analoga delle SlutWalk in Australia - La protesta delle donne sexy a Sidney
  • La prima SluWalk in Canada, dove tutto è nato - Le donne “provocanti” scendono in piazza a Toronto: LE FOTO