Vittorio Arrigoni, il volontario italiano rapito e assassinato

L'attivista, ucciso nella notte tra il 14 e il 15 aprile da un gruppo salafita, viveva nella Striscia dal 2008. Teneva un blog molto seguito, "Guerrilla radio", e scriveva per il quotidiano Il Manifesto. Diceva di se stesso: “Il mio non è un lavoro ma una vocazione”. LE FOTO
  • L'attivista italiano Vittorio Arrigoni è stato rapito e ucciso nella notte tra il 14 e il 15 aprile, a Gaza da un gruppo salafita che si oppone al governo di Hamas. I terroristi hanno fatto ritrovare il suo corpo in un casolare - Gaza, ucciso il volontario italiano
  • Vittorio Arrigoni era comparso ieri in un video di Youtube bendato e sanguinante. I suoi rapitori avevano lanciato un ultimatum, che però non hanno rispettato, assasinandolo prima del tempo prestabilito - La mamma di Arrigoni: "Sono orgogliosa di lui". VIDEO
  • Vittorio Arrigoni era nato a Besana Brianza, in Lombardia. Nel suo profilo Facebook afferma che il suo "non è un lavoro (non essendo retribuito) ma una vocazione" - La mamma di Arrigoni: "Sono orgogliosa di lui". VIDEO
  • Vittorio, che aveva anche un blog molto seguito, “guerrilla radio”, nel 2009 ha pubblicato il libro “Restiamo umani” - Gaza, ucciso il volontario italiano
  • Il titolol libro scritto da Arrigoni era anche il monito con cui chiudeva le corrispondenze dalla Striscia di Gaza durante i giorni dell'assedio israeliano - Gaza, ucciso il volontario italiano
  • I proventi del libro scritto da Vittorio furono devoluti interamente al Center for Democracy and Conflict Resolution, per finanziare progetti di assistenza ai bimbi rimasti gravemente feriti o traumatizzati durante l'assedio - Gaza, ucciso il volontario italiano
  • Arrigoni, "nonostante offerte allettanti come una tournee in giro per l'Italia con Noam Chomsky", aveva raccontato di aver deciso di "rimanere all'inferno, qui a Gaza" - Gaza, ucciso il volontario italiano
  • Negli ultimi tempi Arrigoni aveva anche iniziato a collaborare con 'Il Manifesto' mandando cronache quotidiane sulla guerra - Gaza, ucciso il volontario italiano
  • "Pur non essendo un giornalista erano testimonianze in presa diretta", ha detto all’agenzia di stampa Adnkronos il vicedirettore del quotidiano Il Manifesto, Angelo Mastrandrea - Gaza, ucciso il volontario italiano
  • "Quando è esploso il conflitto, gli abbiamo chiesto di fare un diario: erano cronache quotidiane molto vissute tanto che poi gli abbiamo proposto di metterle insieme per farci un libro, poi pubblicato, dal titolo 'Restiamo Umani'", ha detto Mastrandea - Gaza, ucciso il volontario italiano
  • Vittorio Arrigoni con il leader di Hamas Ismael Haneiya "Vik" Arrigoni, il blogger dalla parte dei palestinesi