Vignette globali

Dallo tsunami in Giappone alle rivolte in Nord Africa passando per Berlusconi. La satira dei disegnatori di Carton Movement, network internazionale che vuole rilanciare l'arte del disegno giornalistico nell'era digitale. GUARDA LA FOTOGALLERY
  • A poche ore dall'evento sul sito di Cartoon Movement, network di disegnatori di tutto il mondo, era già presente una vignetta dedicata al terremoto giapponese. “Non c'è niente da ridere”, il commento dell'autore spagnolo a presentazione della sua opera. Credits: Cartoon Movement
  • La festa della donna vista dalla Colombia. Ad immaginare una madre che cuce ali di cultura sulla schiena della figlia è Elena Ospina vignettista colombiana. Cartoon Movement conta 80 disegnatori da oltre 50 Paesi. Credits: Cartoon Movement
  • Con una mano spara con l'altra versa cocktail di petrolio al mondo. Ecco Gheddafi visto dal disegnatore egiziano Amr Okasha. Credits: Cartoon Movement
  • Il mediterraneo esplode ma l'Europa sceglie di non guardare. Almeno secondo l'olandese Tjeerd Royaards, fondatore di Cartoon Movement convinto che il futuro delle vignette giornalistiche sia online. Credits: Cartoon Movement
  • Il mondo arabo esplode. Oppure si risveglia. Così lo vede dalla Grecia Spiros Derveniotis, uno dei disegnatori che ha scelto Cartoon Movement come piattaforma di distribuzione. Quando le sue vignette raggiungono la homepage viene ricompensato con 150 euro Credits: Cartoon Movement
  • Uno dopo l'altro si accendono i cerini della sponda sud del Mediterraneo. Le rivolte in Nord Africa sono uno dei temi più caldi di questi tempi su Cartoon Movement. In questo caso l'autore è americano: Shan Wells. Credits: Cartoon Movement
  • Anche il nostro presidente del Consiglio è vittima delle matite del movimento dei vignettisti. Qui lo vediamo, come un dittatore mediorientale, mentre cerca di schivare una raffica di scarpe da donna nella rappresentazione dell'olandese Jean Goulders. Credits: Cartoon Movement
  • Sempre Italia. Sempre Berlusconi. Ma questa volta a ritrarlo è un connazionale, Giacomo Cardelli, che immagina il nostro Paese ridotto ad una giarrettiera. Credits: Cartoon Movement
  • L'eco degli scandali sessuali del presidente del Consiglio italiano arrivano fino in Russia. Eccoli visti dalla prospettiva salace di Sergei Tunin. Credits: Cartoon Movement
  • Le strade dell'Egitto stritolano Mubarak. Così vede la rivolta del Paese delle piramidi il palestinese Fadi Abou Hassan. Credits: Cartoon Movement
  • Non solo attualità, anche temi più vasti e importanti. Le promesse mancate della lotta alla fame nel mondo rappresentate dall'italiano Cardelli. Credits: Cartoon Movement
  • There is more than one truth. Non c'è una sola verità. E' questo il motto di Cartoon Movement rivisto, in questa occasione, da Victor Ndula, Kenya. Credits: Cartoon Movement