Wisconsin, accampati in Campidoglio contro i tagli. I supporter offrono pizza

Nello Stato del Midwest americano da dieci giorni i manifestanti sfilano per le vie della capitale Madison, per protestare contro il provvedimento che vorrebbe abolire la contrattazione collettiva. Pompieri e insegnanti uniti, si ribellano al governatore repubblicano Walker. Sono stati definiti i Tea party di sinistra e paragonati ai manifestanti del Cairo e di Tunisi. Anche Obama è dalla loro parte. GUARDA LE IMMAGINI
  • Contro la legge che vuole imporre tagli pesanti ai dipendenti pubblici, i manifestanti occupano da giorni il Campidoglio di Madison, sede del Parlamento dello Stato del Wisconsin - Usa, proteste nel Wisconsin: occupato il parlamento
  • "Kill the whole bill" (cancella tutta la legge), è la richiesta che i lavoratori rivolgono al governatore dello Stato, Scott Walker - Tea party contro Obama
  • Per rendere chiaro che non intendono cedere facilmente, decine di persone ogni notte dormono nei corridoi e nelle sale del Campidoglio di Madison - Belgio, la "rivoluzione delle patatine"
  • Dormono nei sacchi al pelo, sul pavimento della sede del Parlamento statale - Tea party contro Obama
  • Studenti al fianco dei lavoratori e dei loro stessi insegnanti - Egitto, scarpe al cielo contro Mubarak
  • "It's all about freedom", scrivono sui loro cartelli: riguarda la libertà, non solo i tagli agli stipendi - Belgio, la "rivoluzione delle patatine"
  • E intanto di giorno centinaia di lavoratori, con in testa i sindacati, sfilano per le vie della città. Pure i pompieri hanno fatto sentire la loro voce - Tea party contro Obama
  • Anche Barack Obama, pur ritenendo necessari alcuni dei tagli previsti, ha bocciato le norme che suonano come "un assalto" al diritto dei lavoratori ad avere una contrattazione collettiva - Egitto, scarpe al cielo contro Mubarak
  • Ma il governatore repubblicano Scott Walker (nella foto), ha detto che non si "lascerà intimidire". E ha mandato la polizia a casa dei 14 senatori democratici che si sono resi irreperibili da giorni per far mancare il numero legale - Belgio, la "rivoluzione delle patatine"
  • A sostegno dei manifestanti, il ristorante Ian's offre pizze (nella foto Facebook, un corteo passa davanti al locale) - Tea party contro Obama
  • Attraverso Facebook, i gestori della pizzeria raccolgono offerte per pagare le pizze che distribuiscono a chi è in strada a protestare. In pochi giorni sono arrivate sottoscrizioni da tutto il mondo - Egitto, scarpe al cielo contro Mubarak
  • "L'Egitto sostiene i lavoratori del Wisconsin", scrive un manifestante nel corso di una protesta per la cacciata di Mubarak dal Cairo. La foto, che non è chiaro dove sia stata scattata, compare sul profilo Facebook della pizzeria Ian's - Belgio, la "rivoluzione delle patatine"
  • "Sono venuto per la pizza, ma sono rimasto per gli insegnanti", è la scritta che esibisce un manifestante di Madison su un cartone unto - Tea party contro Obama
  • Ci si arrangia come si può, con una scrivania come riparo per dormire - Egitto, scarpe al cielo contro Mubarak
  • Ma un primo risultato è ottenuto: la protesta ha già contagiato altri stati. Oltre al Wisconsin sono adesso in agitazione Ohio, Pennsylvania, Georgia, Indiana, Tennessee e Idaho - Belgio, la "rivoluzione delle patatine"