Afghanistan, il caporal maggiore Luca Sanna ucciso da un finto militare in divisa

L'alpino, 32enne originario di un paese in provincia di Oristano, era un volontario di truppa che vestiva l'uniforme dal 2004. Era considerato un militare 'esperto' con già due missioni in Afghanistan alle spalle. E' la 36esima vittima italiana dall'inizio della missione
  • Il caporal maggiore Luca Sanna, 32 anni di Oristano, è morto nel corso di uno scontro a fuoco all'interno di un avamposto nei pressi della base italiana a Bala Murghab - Leggi l'articolo
  • Nell'attacco alla base italiana di martedì 18 gennaio è stato ferito anche un suo commilitone. Sono stati colpiti da un uomo che indossava un'uniforme afghana che si è avvicinato loro con uno stratagemma, forse manifestando problemi all'arma - Tutte le foto sull'Afghanistan
  • Luca Sanna si era sposato appena quattro mesi fa, nel suo paese, Samugheo con Daniela Mura, una compaesana. Dopo le nozze la coppia si era trasferita ad Udine - Gli ultimi aggiornamenti sull'Afghanistan
  • Luca Sanna era considerato un militare esperto, con alle spalle già due missioni in Afghanistan
  • Con la morte di Luca Sanna sale a 36 il numero dei militari italiani deceduti dall'inizio della missione
  • Cordoglio è stato espresso da tutto il mondo politico. "Ci chiediamo se restare" ha detto il premier Silvio Berlusconi
  • La casa dei genitori di Luca Sanna
  • "I fatti - ha ricostruito La Russa - sono avvenuti alle 12,05 ora italiana di martedì 18 gennaio in un avamposto nella zona di Bala Murghab", nella parte settentrionale della regione Ovest