Pechino e Nuova Delhi, le città più inquinate del mondo

Dal Messico alla Cina, dall’India all’Egitto, passando per il Giappone, la top ten delle città dove l’aria è davvero irrespirabile. Guarda le foto.
  • Mexico City vista dall’alto: fra i tetti delle case e l’azzurro del cielo, una striscia grigia di smog. (CREDITS: Flikr.com)
  • Al Cairo è famosa la cosiddetta “nuvola nera”: una massa di fumo scuro e velenoso provocato dalla combustione stagionale di riso. (CREDITS: Flikr.com)
  • Pechino è in testa alla classifica. La città è avvolta costantemente da una nebbiolina provocata dalle migliaia di auto in giro per le strade. (CREDITS: Picasa.com)
  • Nuova Delhi, avvolta in una nuvola grigia, divide con Pechino la vetta della top ten. Due abitanti su cinque soffrono di malattie respiratorie. (CREDITS: Flikr.com)
  • A Kabul è stato dichiarato lo stato di emergenza. L’aria, dicono, è irrespirabile. (CREDITS: Wikimedia.org)
  • L’aria è talmente scura e densa che gli abitanti di Ulaanbaatar, in Mongolia, sono costretti ad accendere i fari delle auto anche durante il giorno. (CREDITS: Wikimedia.org)
  • Le tenebre non riescono a nascondere lo smog che aleggia sopra il mare di Hong Kong. (CREDITS: Wikimedia.org)
  • A Chongqing, città cinese in rapida evoluzione, si registra un altissimo livello di inquinamento dell’aria. (CREDITS: Wikimedia.org)
  • Traffico e produzione industriale in aumento a Guangzhou, in Cina. Basta osservare il colore dell’aria per vedere gli effetti collaterali. (CREDITS: Wikimedia.org)
  • Non bisogna farsi ingannare dal cielo azzurro di Santiago del Cile. Ben visibile sopra i tetti delle case la nuvola grigia di smog. (CREDITS: Flikr.com)