La marea nera vista dagli aquiloni

Un ricercatore americano ha messo a punto una tecnologia semplice ed economica per dare un volto alla marea nera che sta colpendo le coste americane. Il progetto si chiama Grassroots Mapping e consiste nel far volare sopra la zona colpita tanti aquiloni con installata una fotocamera. GUARDA LA FOTOGALLERY
  • Avanza la macchia di petrolio che dall’aprile scorso sta invadendo le coste americane - Fonte Flickr
  • Per dare un’idea del disastro, un ricercatore americano ha ideato un progetto per fotografare a basso costo gli effetti della marea nera - Fonte Flickr
  • Il progetto si chiama Grassroots Mapping e coinvolge qualsiasi cittadino interessato a dare una mano - Fonte Flickr
  • Lo scopo è quello di raccogliere del materiale che possa essere alla portata di tutti, non solo nelle mani del Governo o di imprese private - Fonte Flickr
  • Come fotografare a basso costo la macchia scura? Basta lanciare nel cielo sopra la zona colpita un aquilone equipaggiato con una fotocamera - Fonte Flickr
  • Il kit di lavoro è estremamente semplice ed economico, per realizzarlo ci si avvale delle donazioni raccolte da Kickstarter - Fonte Flickr
  • L’idea geniale sta avendo seguito, come si può vedere dagli scatti raccolti su Flickr e che vi proponiamo - Fonte Flickr
  • Obiettivo del progetto è costruire una mappa integrando fra loro i vari scatti della zona colpita - Fonte Flickr
  • Scatto dopo scatto, le foto stanno coprendo una parte sempre più ampia della mappa - Fonte Flickr
  • Il materiale raccolto sarà utilizzato in collaborazione con la Louisiana Bucket Brigade, un’organizzazione ambientale senza scopo di lucro - Fonte Flickr