Rientrano in Italia gli attivisti arrestati sulla Flottiglia diretta a Gaza

Angela Lano: Israele ha mostrato il suo volto più terroristico, ma noi siamo pronti a partire per Gaza quanto prima. Manuel Zani racconta: "Nessuna violenza, ma negati i miei diritti". GUARDA LE FOTO
  • La giornalista-attivista italiana Angela Lano rientra in italia dopo essere stata arrestata sulla Flottiglia verso Gaza. "Israele ha mostrato il suo volto più terroristico"
  • "Le donne non sono state picchiate, ma i maschi si"',ha riferito ai giornalisti in attesa all'aeroporto l'attivista italiana Angela Lano. Tutti gli aggiornamenti sul blitz israeliano
  • La gioia dell'attivista Awin Qaraqe abbracciato da un amico al suo arrivo all'aeroporto milanese di Malpensa. Tutti gli aggiornamenti sul blitz israeliano
  • Manuel Zani, l'attivista italiano catturato a bordo di una delle navi della Freedom Flotilla dalle forze di sicurezza israeliana, appena giunto a Roma con un volo delle linee aree turche provenienti da Istanbul - Guarda il video con le sue prime parole
  • L' attivista Angela Lano abbracciata dal marito e da uno dei due figli al suo arrivo all'aeroporto milanese di Malpensa. La giornalista di torinese si è detta pronta a partire ancora verso Gaza
  • "Noi - racconta dopo aver superato il muro umano di amici che lo hanno stretto in un abbraccio soffocante - insieme a Manuel Luppichini eravamo a bordo della nave per girare un documentario" - Guarda l'album fotografico
  • "Navigavamo tranquillamente quando abbiamo visto i gommoni israeliani che hanno circondato tutte le navi e sono saliti a bordo"
  • Alcuni palestinesi a Malpensa hanno atteso il rientro degli attivisti arrestati da Israele
  • "Sto bene - aggiunge Zani - non ho subito particolari maltrattamenti, a parte le fasi concitate dell'arresto" - Guarda il video con le sue prime parole
  • Zani ribadisce che a bordo non c'erano armi, ma solo pacifisti, la nave trasportava aiuti umanitari e generatori di corrente. Secondo Israele invece sulla flottiglia c'erano anche armi
  • Il suo materiale, quello girato nel corso della lunga navigazione, è stato tutto sequestrato, infatti Zani mostra una borsa tragicamente vuota
  • Della sua detenzione in un carcere speciale israeliano parla con toni drammatici: eravamo centinaia ma non c'era da mangiare per tutti, qualcuno rimaneva sempre senza
  • Qualcuno gli chiede cosa farà ora? "Ancora non lo so - risponde Zani - certo è che vorrei tornare al più presto nella striscia di Gaza
  • "Gli israeliani mi hanno messo però un timbro sul passaporto che mi definisce persona non grata e quindi penso che per i prossimi dieci anni non ci potrò mettere piede"
  • Manuel Zani
  • Awin Qaraqe abbracciato dai suoi figli al suo arrivo all'aeroporto milanese di Malpensa. Tutti gli aggiornamenti sulla Freedom Flottiglia