Elezioni in Ucraina, la sexy protesta delle femministe

Quattro giovani donne di un gruppo femminista denominato "Femen" si sono presentate a seno nudo nel seggio dove ha votato il leader dell'opposizione filorussa Viktor Ianukovich, uno dei due candidati che si sfidano oggi al ballottaggio presidenziale, intonando lo slogan "Basta abusare del Paese"
  • 7 febbraio 2010, singolare protesta nel seggio dove ha votato il leader dell'opposizione filorussa Viktor Ianukovich, uno dei due candidati che si sfidano oggi al ballottaggio presidenziale - Il video
  • Le autrici della protesta hanno assicurato di non sostenere nessuno dei due candidati - Il video
  • "Basta abusare del Paese": questo lo slogan intonato dalle quattro femministe - Il video
  • Una delle manifestanti, Alexandra Shevcenko, ha spiegato ai giornalisti che "ciò che è successo in Ucraina durante le elezioni potrebbe mettere fine alla democrazia". - Il video
  • Le attiviste del gruppo Femen si battono soprattutto contro la moda del turismo sessuale in Ucraina, con metodi poco ortodossi, ma efficaci, sfruttando il trend del nudo (o semi, nel loro caso)
  • In un loro recente "blitz" nel palazzo della commissione elettorale di Kiev, le stesse femministe si sono vestite da prostitute per richiamare l'attenzione sulle imminenti elezioni ucraine e sulla paura di brogli elettorali