Hiroshima 64 anni dopo la prima bomba

Nella ricorrenza de primo attacco atomico della storia, il sindaco di Hiroshima, Tadatoshi Akiba, ha fatto un appello per l'abolizione totale delle armi nucleari entro il 2020. Circa 50.000 persone, tra le quali alcuni dei sopravvissuti della bomba lanciata dagli Stati Uniti nel 1945, si sono radunati oggi al memoriale dedicato alle vittime della strage
  • Un appello per un mondo senza armi nucleari è stato lanciato dal sindaco di Hiroshima, Tadatoshi Akiba, al presidente degli Stati Uniti Obama Guarda il servizio di SKY TG24
  • Almeno 50 mila persone si sono radunate ad Hiroshima, colpita dalla bomba atomica americana sgangiata il 6 agosto 1945
  • Alle 8.15, l’ora precisa in cui la bomba è caduta sulla città, davanti al memoriale della Pace,unico edificio rimasto in piedi da allora, i partecipanti si sono alzati per un lungo momento di preghiera e silenzio nella memoria delle vittime
  • Tra il 6 agosto ed il 31 dicembre del 1945 furono circa 140.000 le vittime della bomba di Hiroshima. Tre giorni dopo gli Usa sganciarono un secondo ordigno atomico sulla città di Nagasaki, uccidendo 70.000 persone. Il Giappone accettò la resa il 15 agosto
  • Little Boy, il nomignolo dato alla bomba Mk1 all’uranio arricchito, aveva una potenza stimata tra i 12,5 e i 18 chilotoni
  • Le vittime di Hiroshima furono tra le 70 mila e le 80 mila persone, polverizzate o arse vive dall’esplosione
  • Altrettante ebbero lesioni irreparabili, per la ricaduta radioattiva, il cosiddetto fallout. Le radiazioni e gli esiti delle lesioni provocate dallo scoppio della bomba hanno portato il tragico conto delle vittime ad oltre 100 mila alla fine del 1945 e a
  • Nel tragico conto dei morti, a Hiroshima e Nagasaki ci furono, tra morti immediati e a distanza di tempo per gli effetti delle esplosioni, non meno di 300.000 vittime, quasi tutte civili