Ahmadinejad rieletto

Tre morti negli scontri di piazza a Teheran dopo il risultato delle presidenziali. Il principale sfidante del presidente, il moderato Moussavi, sarebbe agli arresti domiciliari
  • Scontri a Teheran dopo il risultato delle presidenziali. Ahmadinejad è stato rieletto
  • Ahmadinejad rifiuta le accuse di brogli rivolte dall'opposizione: Elezioni esempio di vera democrazia
  • Resta alta la tensione a Teheran dove continuano gli scontri tra polizia e manifestanti che si oppongono alla rielezione di Ahmadinejad. Intanto anche i sostenitori del presidente scendono in piazza.
  • Iran, le presidenziali hanno sancito la conferma di Mahmoud Ahmadinejad a capo dello Stato
  • Mir Hossein Mousavi, il leader moderato che ha conteso la vittoria al presidente uscente, sarebbe agli arresti domiciliari hiede l'annullamento delle elezioni
  • Proteste contro l'esito del voto per le presidenziali
  • Sarebbero 3 i morti e diversi feriti negli scontri di piazza tra dimostranti, che denunciavano brogli elettorali, e forze dell'ordine
  • Sono stati rilasciati tre esponenti riformisti accusati di aver organizzato le proteste a Teheran
  • Fra gli arrestati e poi rilasciati vi sarebbero il fratello dell'ex presidente riformista Mohammed Khatami, un ex portavoce del governo e un ex vice speaker del parlamento
  • Le proteste contro la vittoria di Ahmadinejad sono sfociate in una vera e propria rivolta di piazza
  • Sono circa 100 i dimostranti arrestati per le proteste
  • La comunità internazionale esprime grande preoccupazione per le presunte irregolarità denunciate alle elezioni presidenziali in Iran e per le violenze che ne sono seguite
  • La rielezione in Iran del presidente ultraconservatore Mahmoud Ahmadinejad è un monito alla comunità internazionale sulla necessità di agire con fermezza contro il programma atomico di Teheran, ha detto il ministro degli Esteri israeliano Avigdor Lieberman
  • La città di Teheran paralizzata in conseguenza agli scontri in piazza tra manifestanti e polizia
  • Giornalisti hanno seguito l'esito delle presidenzaili che ha visto la rielezione di Mahmoud Ahmadinejad