Ecco i ritratti ufficiali di Barack Obama e Michelle

Gli Obama alla presentazione dei loro ritratti (Foto: Getty Images)
3' di lettura

La presentazione delle opere, firmate dagli artisti afroamericani Kehinde Wiley e Amy Sherald, è avvenuta alla National Portrait Gallery di Washington. Il dipinto dell'ex presidente Usa sarà esposto permanentemente nell'America's Presidents Gallery

Sono stati svelati alla National Portrait Gallery di Washington i ritratti ufficiali dell'ex presidente Barack Obama e della ex first lady Michelle, alla presenza degli ex inquilini della Casa Bianca. Entrambi hanno scelto pittori afro-americani: Kehinde Wiley per Barack e Amy Sherald per Michelle. È la prima volta che il museo dello Smithsonian commissiona dei ritratti a due artisti afroamericani. Il ritratto di Obama sarà esposto permanentemente nell'America's Presidents Gallery mentre quello della First Lady sarà collocato in un altro museo. La National Gallery, che quest'anno celebra il suo cinquantesimo anniversario, è l'unica istituzione ad avere la collezione completa di ritratti presidenziali al di fuori della Casa Bianca. La tradizione è iniziata nel 1994 con George H. W. Bush, mentre il primo ritratto di una First Lady è stato quello di Hillary Clinton nel 2006.

Barack Obama: "Catturata la bellezza di Michelle"

Barack Obama ha definito i ritratti "straordinari" e ha ringraziato Amy Sherald per aver "catturato in modo spettacolare la grazia, la bellezza, l'intelligenza, il fascino, e... la sensualità della donna che amo". L'ex presidente poi ha scherzato: "Ho cercato di negoziare con Kehinde per avere meno capelli grigi ma la sua integrità artistica non gli permetteva di farlo. Ho anche chiesto orecchie più piccole, ma anche questa richiesta è stata respinta". Michelle ha ammesso di sentirsi un po' "sopraffatta" e "onorata e orgogliosa" al pensiero del suo ritratto. E ha lodato Sherald spiegando di averla scelta perché "impressionata dai suoi colori" e dall'audacia delle sue opere.

Chi sono i due artisti

Barack e Michelle Obama hanno scelto per i loro ritratti due esponenti di punta del movimento artistico contemporaneo afroamericano. Kehinde Wiley è diventato famoso per i suoi ritratti che raffigurano giovani afroamericani nei panni di potenti della storia occidentale. "Un modo - dichiarò in un'intervista alla Cnn per permettere a persone nere come me di occupare il campo del potere". Amy Sherald è stata invece vincitrice nel 2016 del primo premio nella prestigiosa Outwin Boochever Portrait Competition, con il quadro "Miss Everything (Unsuppressed Deliverance)". Con la sua opera ha ottenuto la possibilità di esporre il suo dipinto alla Smithsonian National Portrait Gallery di Washington e l'opportunità di creare un ritratto di una persona vivente per la collezione permanente del museo.

Leggi tutto
Prossimo articolo