La teoria della felicità di Einstein all'asta per 1,5 milioni dollari

La teoria della felicità di Einstein venduta per 1,5 milioni di dollari (Getty Images)
2' di lettura

L'appunto su cui lo scienziato aveva vergato quello che riteneva essere il segreto per avere una vita felice è stato venduto all'asta per una cifra superiore alle aspettative. Battuta anche un'altra nota contenente una frase motivazionale

Due biglietti con due frasi scritte da Albert Einstein sono stati venduti all'asta per oltre 1,5 milioni di euro. E questa volta la fisica non c'entra nulla. Su un foglio il celebre fisico aveva vergato la sua personale teoria della felicità. Nel secondo appunto, invece, era contenuta una sorta di frase motivazionale. Come riporta il Washington Post, entrambi gli scritti sono del 1922, periodo in cui Einstein si trovava in viaggio tra Europa e Giappone per una serie di conferenze.

La teoria della felicità

"Una vita umile e tranquilla porterà molta più felicità della ricerca del successo e della costante irrequietezza che l'accompagna". Secondo il premio Nobel per la fisica era questa la semplice ricetta per vivere felici, una nota a cui aggiunse su un secondo foglio un aforisma motivazionale: "Quando c'è la volontà, c'è anche un modo per farcela". I due ormai celebri pezzi di carta sono stati battuti dalla casa d'aste Winner's Auctions and Exhibitions. Il primo appunto aveva un prezzo di partenza di 2.000 dollari ed è stato venduto per 1,56 milioni di dollari. La seconda nota, partita da 1.000 dollari, è stata battuta per 240.000 dollari. Entrambe le frasi sono scritte in tedesco.

Una mancia preziosa

Gli appunti, vergati su un blocco note dell'Imperial Hotel di Tokyo, risalirebbero al 1922 e sono stati messi in vendita da una persona che vive ad Amburgo e che afferma di essere parente del fattorino a cui Einstein regalò entrambi i foglietti con i due preziosi pensieri. Infatti, arrivato in albergo, sembra che lo scienziato non avesse i soldi per la mancia da dare al suo accompagnatore. Così gli diede queste due note. Secondo Afp, Einstein gli disse: "Se sarai fortunato, un giorno queste note varranno molto di più di una semplice mancia". 

Leggi tutto
Prossimo articolo