Corea del Nord, la sfida di Kim: "Completeremo il programma nucleare"

3' di lettura

La nuova minaccia di Pyongyang dopo la dura condanna nei confronti delle provocazioni del regime da parte del Consiglio di sicurezza dell'Onu. Trump: "Non ci facciamo intidimidire". Il consigliere per la sicurezza Usa Mc Master: "C'è l'opzione militare"

Ennesima provocazione del regime di Pyongyang. Qualche ora dopo la "ferma" condanna dell'Onu per il suo ultimo lancio di un missile, il leader nordcoreano, Kim Jong-un, ha assicurato che il suo Paese è pronto a completare il programma nucleare per dotarsi della bomba atomica e che il suo obiettivo è quello di raggiungere "un equilibrio di forze reale" con gli Stati Uniti. Kim, che ha parlato attraverso l'agenzia statale Kcna, ha aggiunto che il missile a media gittata di tipo Hwasong-12, lanciato nella notte di giovedì e che ha sorvolato il Giappone prima di cadere nell'Oceano Pacifico, è stato un successo e che aumentato il potere bellico nucleare della Corea del Nord.

La condanna dell'Onu

Ieri la riunione di emergenza al Palazzo di Vetro, dove i 15 membri del Consiglio di sicurezza hanno "espresso la loro grave preoccupazione che la Nord Corea mini deliberatamente la pace e la stabilità regionale, causando gravi timori per la sicurezza in tutto il mondo". "Tali azioni - hanno detto - non sono solo una minaccia per la regione ma per tutti gli stati membri". "E' di vitale importanza che la Corea del Nord mostri immediatamente un sincero impegno alla denuclearizzazione attraverso azioni concrete, e mostri l'importanza di lavorare per ridurre le tensioni nella penisola e altrove" si legge ancora nella dichiarazione finale.

Gli Usa e l'opzione militare

"Gli Stati Uniti non saranno mai intimiditi e difenderanno i loro cittadini da coloro che minacciano il loro stile di vita, compreso il regime della Corea del Nord" ha avvertito invece il presidente americano, Donald Trump, sottolineando come "la Corea del Nord mostri un totale disprezzo per i Paesi vicini".  E il consigliere per la Sicurezza Nazionale della Casa Bianca, H.R. McMaster ha avvertito: "C'è un'opzione militare" per fermare la Corea del Nord ma “non e' necessariamente la migliore”. 

Leggi tutto
Prossimo articolo