Dubai, nella notte di nuovo a fuoco la Torch Tower

Una foto delle fiamme che hanno colpito il grattacielo di Dubai verso la mezzanotte italiana (Getty Images)
2' di lettura

Incendio in uno dei grattacieli residenziali più alti del mondo, già vittima delle fiamme nel 2015. Nessun morto o ferito

Un incendio ha devastato nella notte tra giovedì 3 e venerdì 4 agosto uno dei grattacieli più alti di Dubai, la Torch Tower, già colpita da un rogo a febbraio 2015. Le autorità hanno fatto sapere che tutti gli occupanti sono stati evacuati e che non ci sono vittime.

La dinamica dell'incendio

Le fiamme hanno colpito la parte superiore dell'edificio di 79 piani e 337 metri di altezza. Diverse fonti concordano sul fatto che l'incendio, ora sotto controllo, sia scoppiato per cause ancora sconosciute al 67esimo piano poco prima della mezzanotte (ora italiana). A riferirlo sono sia il capo della polizia di Dubai, il generale Abdullah Khalifa al-Marri, citato dall'agenzia Afp, sia una testimonianza raccolta da Reuters: "Stavamo dormendo e ci siamo svegliati a causa dell'allarme antincendio – racconta George, uno dei residenti della torre – il fuoco, cominciato al 67esimo piano, era molto potente verso l'1 del mattino, ma poi le fiamme si sono placate nelle due ore successive".

Fiamme sotto controllo

Il fuoco – fanno sapere le autorità di Dubai – è stato domato dai vigili del fuoco intorno alle 4 e l'edificio completamente evacuato. "Grazie a Dio non ci sono vittime – spiega Abdullah Khalifa al-Marri – e anche grazie agli sforzi delle nostre squadre gli abitanti sono stati spostati in un altro edificio così non abbiamo avuto neanche feriti". Ancora ignote le cause dell'incendio, che però riapre la questione della sicurezza dei grattacieli nella capitale di uno dei sette Stati degli Emirati Arabi, dove molti edifici (si stima siano 30mila) sono costruiti con un rivestimento esterno fatto di materiali facilmente infiammabili.

Secondo incendio in due anni e mezzo

Negli ultimi anni, gli incendi nei grattacieli di Dubai sono stati piuttosto frequenti: la notte di Capodanno del 2016 aveva preso fuoco un hotel di lusso di 63 piani, anche allora senza causare feriti. E la stessa Torch Tower, che subito dopo la costruzione era l'edificio più alto del mondo, era già stata in parte danneggiata da un incendio a febbraio 2015. Nel tentativo di risolvere il problema, a gennaio scorso è stata approvata una legge per rendere più rigorose le regole per la costruzione degli edifici.


Leggi anche:
  • Migranti, Ong tedesca annuncia ricorso per rilascio nave sequestrata
  • Polizia e Vigili del Fuoco, annunciate 2.739 assunzioni straordinarie
  • Emergenza caldo: venerdì e sabato ancora picchi oltre i 40 gradi
  • Da sconti a stretta testimoni: le novità sulle assicurazioni Rc auto
  • Leggi tutto
    Prossimo articolo