India, oltre 200 morti per le alluvioni in Gujarat

Un'immagine del villaggio di Kuda, Gujarat, India (Getty Images)
2' di lettura

Il bilancio delle vittime causate dalle piogge monsoniche è salito negli ultimi giorni: continua l'allerta nella parte occidentale del Paese

 

Cresce il conto delle vittime nello stato del Gujarat, in India, dove le piogge monsoniche hanno colpito duramente la popolazione provocando 213 vittime, secondo quanto riportato da un funzionario pubblico nella serata di domenica 30 luglio. Nel frattempo i soccorsi continuano per cercare di raggiungere le zone meno accessibili e portare nei punti di salvataggio il maggior numero di persone possibili.

Il numero dei morti è destinato a crescere

Le autorità, dopo aver aggiornato le cifre dalle precedenti 123 vittime, temono un'ulteriore aumento nella conta dei morti: la portata dell'emergenza è tale che le stesse procedure per l'identificazione dei corpi vanno a rilento. "Solo quando il riconoscimento del corpo viene portato a termine, possiamo ufficialmente confermate la morte di una persona", ha spiegato ad Afp un funzionario di stato, che ha preferito rimanere anonimo. "Siccome molti corpi sono stati ritrovati, e il riconoscimento richiede tempo, attendiamo un improvviso aumento nel numero dei decessi". Oltre al Gujarat, anche altre aree nordorientali dell'India, l'Arunachal Pradesh e l'Assam, hanno subito devastazioni a causa dei monsoni; in maniera meno violenta, inoltre, sono stati colpiti anche l'Odisha e il Bihar.

La risposta del governo

Già 130mila persone sono state condotte dai soccorritori in aree più sicure e meno soggette ad allagamenti: i trasferimenti  hanno richiesto l'intervento di barche ed elicotteri e sono ancora in corso. Il Primo ministro indiano Narendra Modi ha assicurato, in un intervento radiofonico, che i paesi colpiti dalle alluvioni riceveranno tutto l'aiuto necessario. La settimana scorsa il leader si era già recato personalmente in Gujarat per manifestare la propria vicinanza alla popolazione. "Ogni volta che sarà possibile, i miei colleghi del Consiglio dei ministri visiteranno personalmente le aeree colpite", ha detto Modi. "I governi statali stanno facendo il massimo sforzo possibile per fornire sollievo alle persone colpite dalle inondazioni. Un servizio attivo 24 ore al giorno è in funzione per fronteggiare la situazione".



Leggi tutto
Prossimo articolo