Distrugge una collezione di violini: donna arrestata in Giappone

Un prezioso violino italiano (Getty Images - Foto di repertorio)
2' di lettura

Il fatto sarebbe avvenuto nel 2014: la presunta responsabile ha danneggiato una serie di strumenti dell'ex marito, tra cui uno italiano particolarmente pregiato. Il danno totale sarebbe di quasi un milione di dollari

Un danno molto grave da un punto di vista economico: è questa la motivazione che ha portato in carcere in Giappone una donna di nazionalità cinese, accusata di aver distrutto una preziosia collezione di violini del suo ex marito 62enne che è sia un costruttore che un collezionista di questi strumenti musicali.

Un danno ingente

I fatti sono avvenuti nel 2014 ma la donna, che ha 34 anni, è stata arrestata solo lo scorso 25 luglio quando è tornata a Tokyo dopo una trasferta in Cina. L'accusa riguarda un danno complessivo di quasi 1 milione di dollari, a causa del danneggiamento di 54 violini e di 70 archetti. La presunta responsabile si sarebbe introdotta nell'appartamento della vittima a Nagoya, in Giappone, e - non è chiaro se con lui presente o meno - avrebbe distrutto gli strumenti esposti: il movente sarebbe da ricercare nelle liti dei due che in quel momento stavano divorziando

Uno strumento italiano

Tra gli elementi danneggiati ve ne era anche uno particolamente pregiato: non è ancora chiaro se lo strumento in questione sia o meno uno Stradivari, ma sicuramente il prezioso violino era italiano e il danno a quest'oggetto è quello considerato più grave dall'accusa, visto che il suo valore stimato è di circa 450mila dollari.

Leggi tutto
Prossimo articolo