Cina: cremato il corpo del premio Nobel Liu Xiaobo

2' di lettura

Parenti e amici hanno dato l'ultimo saluto all'intellettuale dissidente e premio Nobel per la Pace nel 2010. Si era spento il 13 luglio per un tumore al fegato. Video della cerimonia diffuso dal governo locale

Si è tenuto a Shenyang il funerale di Liu Xiaobo, il dissidente e premio nobel per la Pace del 2010 morto il 13 luglio, per un tumore al fegato, all’età di 61 anni. Le autorità cinesi hanno reso noto che il suo corpo è stato cremato e le ceneri sono state disperse in mare "secondo una usanza locale comune". 

La cerimonia

Alla cerimonia funebre hanno partecipato la moglie del dissidente e tre suoi fratelli, oltre che alcuni amici. In un video diffuso dal governo locale si vede la moglie di Liu Xiaobo, Liu Xia, provata e sorretta da altre persone, in quella che è stata la sua prima apparizione pubblica dopo la morte del marito.

Il futuro incerto della moglie Liu Xia

Dopo la morte dell'attivista, il legittimo diritto della moglie a lasciare la Cina torna al centro del dibattito. Ma la sua partenza, richiesta anche dal segretario di Stato americano Rex Tillerson, rimane un’ipotesi incerta. Liu Xia è agli arresti domiciliari senza processo da quando al marito è stato assegnato il Nobel per la Pace, nel 2010, "per la sua lunga e non violenta battaglia per i diritti umani fondamentali in Cina". Suo marito stava scontando una pena di 11 anni di reclusione che gli era stata inflitta nel 2009 per "incitamento alla sovversione dei poteri dello Stato", per via del ruolo avuto nella stesura della "Carta 08", il manifesto che chiedeva una svolta democratica e la fine dell’era del Partito comunista in Cina.

Leggi tutto
Prossimo articolo