Vaticano: è morto Joaquin Navarro Valls, storico portavoce di Wojtyla

2' di lettura

Medico, psichiatra e poi giornalista è stato per 22 anni "la voce" di Giovanni Paolo II. Era nato a Cartagena, in Spagna, 80 anni fa. Il 7 luglio i funerali a Roma

Joaquin Navarro Valls, storico portavoce di Papa Woitjla, è morto. Lo si apprende dalla sala stampa Vaticana. Medico, psichiatra e poi giornalista è stato per 22 anni la "voce" di Giovanni Paolo II. Si è spento all'età di 80 anni. La sua salma sarà esposta oggi, giovedì 6 luglio, alle ore 16 nella sacrestia della basilica di Sant'Eugenio in viale delle Belle Arti 10, a Roma. Il funerale sarà officiato da monsignor Mariano Fazio, vicario generale della prelatura dell'Opus Dei, domani alle 11, sempre a Sant'Eugenio. 

Il tweet di Burke: "Continua a sorridere"

"Joaquin Navarro. Rip. La grazia sotto pressione", ha twittato in inglese l'attuale direttore della Sala Stampa Vaticana, Greg Burke, che subito dopo ha diffuso un secondo tweet, "Joaquin Navarro. 1936-2017. Continua a sorridere", cui èallegata una foto dell'ex portavoce vaticano sorridente insieme a Papa Giovanni Paolo II.

Al fianco di Wojtyla per 22 anni

Per ventidue anni, Navarro Valls è stato al fianco di Giovanni Paolo II. A questo ruolo fu chiamato nel dicembre del 1984. Per tutto il periodo del suo incarico ha affiancato l'azione del pontefice, col quale ebbe un rapporto strettissimo, che ha cambiato il corso della storia anche tramite il proprio impatto sull' opinione pubblica come fenomeno mediatico globale.

 Nel 1984, Wojtyla lo strappò al quotidiano ABC, di cui era corrispondente in Italia. "Ma come si fa dire di no a un Papa?" ricordò in seguito lo stesso Navarro. Fu anche presidente della stampa estera in Italia. Navarro Valls era nato a Cartagena, in Castiglia, il 16 novembre 1936. Studiò presso l'università di Granada, ottenendo una laurea in Medicina e Chirurgia nel 1961. Altre lauree ad honorem gli sono arrivate nel corso degli anni, così come riconoscimenti in Giornalismo e in Scienze delle Comunicazioni, nonche' un master ad Harvard in psicologia. Poliglotta, appassionato di sport, fece parte dell'Opus Dei da quando, da ragazzo, incontro' il fondatore Escrivar de Balaguer. Un incontro che risultò decisivo per la sua vita. 

Leggi tutto
Prossimo articolo