Attentato in Iran, ecco cos’è il Mausoleo Khomeini

Un fedele in pellegrinaggio davanti alla tomba dell'ayatollah Ruhollah Khomeini (Getty Images)
2' di lettura

Costruito subito dopo la morte di Ruhollah Khomeini, è dedicato al "padre" della Rivoluzione islamica, di cui ospita i resti. Meta di pellegrinaggio, rappresenta il simbolo del potere teocratico della Repubblica iraniana

Il doppio attentato che il 7 giugno è stato compiuto in Iran ha interessato due luoghi simbolici della capitale Teheran: il Parlamento e il mausoleo Khomeini. Quest’ultimo si trova nella zona sud della città ed è un monumento funebre dedicato all'ayatollah Ruhollah Khomeini, fondatore della Repubblica Islamica e prima Guida suprema del'Iran.

 

Simbolo del potere teocratico

Al suo interno è custodita la tomba del "padre" della rivoluzione Islamica, che nel 1979 rovesciò lo Shah di Persia Mohammad Reza Pahlavi e restò al potere per dieci anni. Durante la sua vita ricoprì il ruolo di capo spirituale e politico dell’Iran, fondando la Repubblica su una stretta osservanza della religione islamica secondo la confessione sciita duodecimana. La costruzione del mausoleo è iniziata nel 1989 dopo la morte di Ruhollah Khomeini il 3 giugno dello stesso anno e rappresenta il simbolo del potere teocratico che ancora domina la Repubblica degli ayatollah. L’anniversario della scomparsa del "padre" della rivoluzione richiama al mausoleo un grande numero di fedeli e la ventottesima ricorrenza è caduta solo qualche giorno prima dell’attacco del 7 giugno.

 

Sepolta anche parte della famiglia

All’interno della struttura monumentale, l’urna di Khomeini trova posto nella navata centrale ed è protetta da una cancellata su cui i pellegrini sono soliti poggiare il capo nell’atto di pregare. Il mausoleo ospita anche i resti di alcuni familiari come la moglie Khadijeh Saqafi e il secondo figlio Ahmad Khomeini, oltre che alcune figure politiche di spicco come l'ex presidente Akbar Hashemi Rafsanjani. Nei primi anni della rivoluzione, il mausoleo è stato meta di incessanti pellegrinaggi che nel tempo sono andati calando, anche se torna spesso ad affollarsi in occasione delle feste religiose.

 

Vicino al cimitero dei martiri di Guerra

Il mausoleo Khomeini si trova in una zona periferica della città, quasi in campagna, lungo la strada che conduce all'aeroporto internazionale Teheran-Mehrabad. Lo si può raggiungere attraverso la metropolitana fermandosi alla stazione Haram-e Motahhar, che si trova all'ingresso del complesso. La struttura si trova al confine del cimitero cittadino di
Behesht-e Zahra, dove sono seppelliti i martiri della guerra fra Iran e Iraq (settembre 1980 - agosto 1988) e i combattenti iraniani che in questi anni stanno trovando la morte in Siria. Il mausoleo, oltre alla tomba monumentale dell'ayatollah Ruhollah Khomeini, ospita anche un’università islamica, negozi, ristoranti, parcheggi ed aree per i pellegrini.

Leggi tutto