Florida, la polizia diffonde il video dell’arresto di Tiger Woods

2' di lettura

Il campione di golf è stato arrestato tre giorni fa per guida in stato di ebbrezza. Nelle immagini si vede il golfista che esegue dei test per appurare il grado di sobrietà prima di essere ammanettato. Lo sportivo ha spiegato: “Reazione ai medicinali, non all’alcool” 

La polizia della Florida ha diffuso il video dell’arresto di Tiger Woods. Il golfista, tre giorni fa, è stato fermato per guida in stato di ebbrezza a Jupiter ma si è difeso dicendo che è stata una reazione alle medicine e non all’alcool. Nel video della camera in dotazione a tutte le pattuglie delle forze dell’ordine si vede il campione di golf davanti alla macchina della polizia che esegue alcune prove standard per verificare la propria sobrietà. Poi viene ammanettato dagli agenti. 

L’arresto di Woods

Il 42enne fuoriclasse statunitense è stato arrestato il 29 maggio per guida in stato di ebbrezza. A quanto riferito dalla polizia, Woods si era addormentato al volante ed ha dovuto essere svegliato dagli agenti prima dell'arresto. Lo sceriffo della Contea di Palm Beach ha reso noto che Woods è stato fermato in piena notte vicino all'abitato di Jupiter, condotto alla prigione della contea alle sette di mattina ora locale e rilasciato alcune ore dopo su cauzione.

Woods: reazione a medicine prescritte

Tiger Woods ha attribuito il suo arresto a una "reazione inattesa" di una medicina che gli era stata prescritta. "Capisco la gravità di ciò che ho fatto e mi assumo piena responsabilità per le mie azioni. Ma voglio che la gente sappia che non è una questione di alcool. Quello che è accaduto è stata una reazione inaspettata a dei farmaci prescritti. Non mi rendevo conto che il mix di medicine mi avesse colpito così forte”, ha dichiarato. Poco più di un mese fa, il vincitore di 14 tornei major ha subito la quarta operazione alla schiena per cercare di risolvere definitivamente i problemi che da anni lo affliggono.

Leggi tutto