Corea del Nord lancia missile Scud: ha coperto 450 km

2' di lettura

Il vettore a corto raggio ha volato per 6 minuti prima di cadere nel Mar del Giappone. Si tratta del terzo test in un mese. Trump: mostrata mancanza di rispetto per la Cina

Pyongyang alza la sfida e lancia un nuovo missile. Il terzo in un mese. Dal monitoraggio del Comando delle forze armate americane nel Pacifico, risulta che si tratta di un vettore a corto raggio di tipo Scud, che ha volato per 6 minuti percorrendo 450 chilometri prima di cadere nel Mar del Giappone. Il nuovo test della Corea del Nord è avvenuto alle 5:39 sudcoreane, le 22:39 di domenica in Italia, in base ai dati diffusi dal Comando di Stato maggiore di Seul.

Trump: mancanza di rispetto per la Cina

E proprio alla Nord Corea è dedicato uno dei primi tweet di giornata di Trump, che sceglie di non rivolgersi direttamente a Kim Jong ma di prendere le difese di Pechino. "Pyongyang ha mostrato una grande mancanza di rispetto per la Cina lanciando un altro missile". E, co tabto di punto esclamativo, aggiunge: "La Cina sta lavorando duramente".


Sale tensione

La mossa di Pyongyang suona come la risposta al G7 di Taormina del fine settimana (LO SPECIALE), in cui i leader dei Sette Grandi hanno concordato che la Corea del Nord "pone nuovi livelli di minaccia in crescita di grave natura alla pace e alla stabilità internazionale", invitandola all'immediato stop dei suoi piani missilistici e nucleari nella piena conformità delle diverse risoluzioni Onu sull'argomento.

Missile da 450 km di gittata

I missili Scud, di derivazione sovietica, usano carburante liquido e hanno una capacità di 300-500 km, avendo per target la copertura del territorio sudcoreano. Di recente, Pyongyang avrebbe sviluppato una variante, nota come Scud-ER (extended range), in grado di doppiare la distanza e di mettere nel mirino anche il Giappone, tra speculazioni che vorrebbero il Nord impegnato sul fronte dei missili terra-mare contro le portaerei Usa, sempre pù numerose intorno alla penisola.

Terzo lancio in un mese

Il lancio è il nono da inizio anno e il terzo da quando il presidente Moon jae-in si è insediato il 10 maggio alla presidenza della Corea del Sud: il primo test, il 14 maggio, ha interessato un Hwasong-12, vettore a medio-lungo raggio che ha raggiunto l'altitudine di 2.111,5 chilometri e la gittata di 787 chilometri (secondo il Nord); il secondo, il 21 maggio, ha visto il missile terra-aria a medio raggio Pukguksong-2, su cui il leader Kim Jong-un ha disposto la produzione di massa.

Leggi tutto