Germania, il voto locale premia Merkel. Sconfitta la SPD

Angela Merkel con il candidato Daniel Guenther della Cdu - Foto: Getty
3' di lettura

Importante test politico in vista delle elezioni di settembre. Nello Schleswig Holstein, trionfa la CDU. Perdono i socialdemocratici. Risultato deludente per l'estrema destra della AfD

Mentre la Francia eleggeva Emmanuel Macron alla guida del Paese, in Germania si svolgeva un importante test elettorale in vista del voto nazionale di questo autunno. Lo Schleswig Holstein, piccolo Land nell'estremo nord, al confine con la Danimarca, era chiamato a rinnovare il proprio parlamento locale. L'appuntamento con le urne ha segnato una chiara affermazione della CDU di Angela Merkel, che ha visto i propri consensi aumentare del 3%, e una sonora sconfitta per la SPD guidate da Martin Schulz, che perde quasi il 4%. 

 

Vince la Cdu di Merkel, perde la Spd di Schulz, delude la Afd

La Cdu ha vinto con il 32,0% (nel 2012 aveva avuto il 30,8), l'SPD scende al 27,2% (netta perdita dal 30,4). Seguono i Verdi con il 12,9 (erano al 13,2). Fra i vincitori della serata i liberali, che ottengono il 11,5 (ebbero l'8,2). Mentre escono pesantemente sconfitti  il partito della minoranza danese SSW 3,3% (erano al 4,6), la Linke 3,8% e i Pirati, quasi spariti, all'1,2% (in questo Land si affermarono nel 2012 con l'8%). Insoddisfacente il risultato dell'estrema destra dell'AFd, al 5,9, che riesce a centrare il superamento della soglia di sbarramento ma che sperava, in un Land segnato da problemi economici, di ottenere di più.

Schulz: "Sono deluso"

Artefice del limpido successo dei Cristianodemocratici è il giovane Daniel Guenther, vera rivelazione del panorama politico del Land, che affaccia sui due mari (Baltico e del Nord), ma la stampa tedesca è concordare nel sottolineare che l'effetto Schulz, che aveva fatt volare i socialdemocratici nei sondaggi delle ultime settimane, sembra essere finito. "Sono deluso, è una cosa che ci rattrista.  Con sette punti di distanza è senz'altro un grosso successo per la Cdu. Avevamo tutti contato su un risultato migliore" è stato il commento di Schulz, mentre il braccio destro di Merkel Peter Altmaier su twitter scrive soddisfatto che "splende il sole sullo Schleswig Holstein".

 

Ipotesi coalizione tra Cdu con Verdi e liberali

L'esito vel voto manda a casa la squadra di un governo rosso-verde (con la partecipazione locale del partito di minoranza danese). A questo punto la responsabilità del nuovo governo toccherà alla CDU a cui si aprono due possibilità. Replicare a livello locale la Grosse Koalition con la SPD, che ha retto il governo federale negli ultimi anni, o tentare la cosiddetta coalizione "Giamaica" (dai colori dei partiti uguali a quelli della bandiera del paese caraibico): un'alleanza con Verdi e Liberali. Un'opzione che negli ultimi tempi viene ipotizzata anche a livello nazionale

Spd a rischio anche nel voto di settimana prossima

Mancano poco meno di cinque mesi al voto federale, e con la seconda sconfitta regionale dopo quella di qualche settimana fa nella Saar e la delusione dello Schlesw-Holstein - dov'erano circa 2,3 milioni i cittadini chiamati alle urne - l'ottimismo dei socialdemocratici subisce un notevole contraccolpo. A questo punto il voto di domenica prossima nel Nord-Reno Vestfalia - anche questo Land, il piu' popoloso della Germania, e' finora governato dalla Spd e anche qui i sondaggi parlano di rischioso un testa-a-testa con la Cdu - appare quasi come un appuntamento del destino. La popolare governatrice socialdemocratica, Hannelore Kraft, fa gli scongiuri: "In questa settimana dobbiamo conquistare gli indecisi", ha commentato dopo risultati del suo partito nel piccolo Land del profondo Nord tedesco.

Leggi tutto