Grillo contro Nyt: crociate anti vaccini? Balle. Renzi: chiedi scusa

3' di lettura

Polemiche dopo l’editoriale del quotidiano Usa, che mette in guardia su quanto "teorie cospirative" possano essere pericolose. “La campagna anti vaccini del Movimento ne è un esempio”, scrive. Il segretario Pd: "Beppe, torna umano: salute viene prima dei click del blog"

“Populismo, politica e morbillo”, un errato mix tra ambiti di discussione e competenze che dimostra quanto “bugie e teorie cospirative” possano essere pericolose come lo è stato, ad esempio, “la campagna anti vaccini del Movimento 5 Stelle”. Questa la tesi sostenuta dal New York Times in un editoriale, che ha scatenato un profluvio di polemiche e ha fatto arrabbiare più di qualcuno. Il primo a rispondere alle accuse è il leader del M5S che, attraverso il suo blog, propone un "vaccino obbligatorio contro le cazzate dei giornali". E non finisce qui.

Interviene anche Matteo Renzi, neoeletto segretario del Pd, che parla di “figuraccia internazionale allucinante” e manda un messaggio all’avversario politico: “Beppe, torna umano: la  salute viene prima dei click del blog".

“Bugie e politici populisti possono essere pericolosi”

"Nell'era della post-verità -  scrive il quotidiano Usa - una delle tragedie è che le bugie, le teorie cospirazioniste e le illusioni diffuse dai social media e dai politici populisti possono rivelarsi del tutto pericolose". Puntando poi direttamente il dito contro il M5S, nel definirlo "populista" spiega ai suoli lettori "che il Movimento ha attivamente fatto campagna su una piattaforma anti vaccini, ricalcando falsi legami tra vaccinazioni e autismo". NYT non dimentica poi di ricordare i 1.739 casi di morbillo registrati 

Ira di Grillo

Esplode immediata la rabbia di Grillo che, attraverso il suo blog, "propone un vaccino obbligatorio contro le cazzate dei giornali". Dire che il Movimento ha portato avanti "una campagna attiva su una piattaforma anti vaccini ripetendo i falsi legami tra vaccinazioni e autismo è una balla - aggiunge il leader genovese - Non c'è neppure un link, un riferimento, una dichiarazione. Nulla. Non c'è nulla perché è una balla".


 

Renzi: Beppe chiedi scusa

Una balla, dice Grillo. Una "figuraccia internazionale, allucinante" replica Matteo Renzi. "Oggi - scrive su Facebook il segretario del partito - l'Italia è sul New York Times per l'aumento dei casi di morbillo. E per il fatto che alcuni partiti come i Cinque Stelle sono volutamente scettici sui vaccini. Una figuraccia internazionale, allucinante. E cosa fa Beppe Grillo stamattina? Attacca il New York Times...  Ma come si fa? Basta! Per una volta, Grillo, torna umano: lascia stare i clic e gli algoritmi. Rimangiati le parole che hai detto contro i vaccini e contro le mammografie. Chiedi scusa e tutti noi rispetteremo il tuo passo indietro". 


 

Nel mirino il M5S e la campagna anti vaccini

Nell'editoriale, il quotidiano statunitense, ricorda che anche il presidente americano Donald Trump ha alimentato lo scetticismo sui vaccini, assecondando l'ipotesi - scientificamente infondata - di un legame con l'autismo. Stessa cosa successa in Italia, dice, dove il "populista Movimento 5 Stelle" ha ripetuto falsi legami tra vaccinazioni e autismo”. 

La diffusione del morbillo opportunità per far ricredere scettici

“Combattere lo scetticismo sui vaccini – conclude il quotidiano – non è facile, perché neppure gli innumerevoli studi sanitari che negano qualsiasi legame tra vaccini e autismo sono riusciti a penetrare la nebbia diffusa da Grillo e persone come lui. La diffusione del morbillo in Italia fornisce alle autorità sanitarie un’opportunità per rafforzare la loro argomentazione sottolineando con prove concrete quello che inevitabilmente succede quando le vaccinazioni calano”.

Leggi tutto