United Airlines, 10mila dollari a chi rinuncia al posto in overbooking

2' di lettura

La compagnia aerea offrirà un risarcimento ai passeggeri che lasceranno il proprio sedile in voli con più biglietti venduti rispetto ai posti effettivi. La decisione dopo il caso dell’uomo trascinato via dal velivolo perché rifiutava di cedere la poltrona

La compagnia aerea United Airlines offrirà fino a 10mila dollari (circa 9170 euro) ai passeggeri che rinunceranno volontariamente al proprio posto, accettando di prendere un altro volo, in caso di overbooking. L'offerta della United segue una simile decisione della concorrente Delta, che si è impegnata a pagare fino a 9950 dollari in caso di overbooking.

L'episodio del passeggero trascinato fuori a forza

La misura è stata annunciata da United per prevenire in futuro episodi come quello del 9 aprile scorso, quando un passeggero 69enne con regolare biglietto è stato trascinato di peso fuori dall'aereo dopo essersi rifiutato di cedere la propria poltrona (IL VIDEO). Il caso è diventato di dominio pubblico grazie ai video fatti con gli smartphone da altri passeggeri che hanno assistito alla scena. La compagnia aerea ha promesso un risarcimento per il passeggero ma l'amministratore delegato di United ha ammesso che l'episodio potrebbe danneggiare la reputazione del vettore.

United vuole ridurre la pratica dell'overbooking

In un rapporto pubblicato oggi, la United si impegna anche a ridurre, ma non ad eliminare, la pratica dell'overbooking, cioè la vendita di un maggior numero di biglietti rispetto al numero di posti su un determinato volo. (IL VIDEO DEL PASSEGGERO TRASCINATO VIA)

Leggi tutto