Attentato San Pietroburgo, sale a 15 il numero delle vittime

1' di lettura

Non ce l’ha fatta uno dei feriti. Intanto il direttore dell’Fsb, i servizi segreti russi, rivela che lo scorso anno sono stati sventati 16 attacchi terroristici in diverse città della Russia

E' salito a 15 il numero dei morti nell'attentato del 3 aprile nella metropolitana di San Pietroburgo. Il bilancio si è aggravato dopo la morte di un ferito in ospedale.

Intanto nelle ultime ore, nel corso di un intervento di fronte al  Comitato nazionale contro il terrorismo, il direttore dell’Fsb (i servizi segreti russi) Aleksandr Bortnikov ha reso noto che lo scorso anno sono stati sventati 16  attentati terroristici in diverse città della Russia.

"L'analisi delle informazioni disponibili in questo momento indicano che la maggior parte dei membri dei gruppi terroristici sono cittadini di  altri paesi della Comunità degli stati indipendenti arrivati in Russia per cercare lavoro. Chi è stato addestrato e ha combattuto in Siria e  in Iraq, una volta tornato in Russia inizia a reclutare fra i migranti disposti a commettere attentati nelle regioni della Russia", ha  affermato Bortnikov.

 

Tutti i video sulla strage di San Pietroburgo
Guarda tutti i video

Leggi tutto