Anche la Scozia punta su Snapchat per portare i giovani alle urne

2' di lettura

Come già sperimentato negli Stati Uniti, l’app di messaggistica più amata dalle nuove generazioni verrà utilizzata in vista delle elezioni scozzesi del 4 maggio prossimo per convincere i neo-elettori votare

L’obiettivo di avvicinare i giovani alla politica è comune a molti Paesi occidentali. Ed è per questo che sempre più spesso il tentativo di stimolare la partecipazione delle nuove generazioni passa per Snapchat. E’ accaduto negli Stati Uniti durante le presidenziali, sta accadendo in Scozia, in vista delle elezioni locali del 4 maggio prossimo. In entrambi i casi l’app di messaggistica usata prevalentemente dalle fasce più giovani della popolazione diventa uno strumento per persuadere i teenager a recarsi alle urne.

Il filtro promosso dalla Commissione elettorale
Nell’iniziativa scozzese la campagna passa attraverso un geo-filtro, una funzionalità di Snapchat che permette di sovrapporre un logo, un’immagine o un’altra creazione a un messaggio scambiato nell’applicazione all’interno di una determinata area geografica. In questo caso il filtro, promosso dalla Commissione elettorale scozzese, è un invito a registrarsi entro il 17 aprile, data ultima per poter essere inseriti nelle liste elettorali.

Adolescenti alle urne 

La scelta di Snapchat per spingere i giovani a partecipare al voto è, nel caso scozzese, ancora più comprensibile. Le elezioni locali del prossimo maggio saranno infatti le prime a cui potranno partecipare anche i ragazzi che abbiano compiuto i 16 anni di età. Proprio questo evento ha rafforzato la convinzione della Commissione elettorale nella scelta dell’app. "Snapchat ci offre un’opportunità fantastica di raggiungere un segmento di popolazione che tipicamente si registra in percentuali sotto la media e fa sapere ai giovani scozzesi che possono far sentire la propria voce in queste elezioni”, ha detto Andy O’Neill, Capo della Commissione elettorale in Scozia. Secondo i dati della stessa Commissione nel Regno Unito solo il 69 percento di popolazione nella fascia demografica compresa tra i 18 e i 34 anni è registrato nelle liste elettorali contro il 96 percento delle persone con più di 65 anni.

Leggi tutto