Attentato Londra: è morta la donna che era caduta nel Tamigi

Imbarcazioni della polizia nel Tamigi dopo l'attacco a Westminster (Getty)
1' di lettura

Dopo due settimane in ospedale è deceduta la giovane romena precipitata nel fiume da Westminster Bridge, quando l’auto guidata da Khalid Masood si è lanciata a tutta velocità sul ponte investendo i pedoni. Sale così a cinque il bilancio delle vittime dell’attacco

È morta a Londra Andreea Cristea, la 31enne romena rimasta gravemente ferita durante l’attentato a Londra del 22 marzo. La donna era precipitata nel fiume Tamigi cadendo dal Westminster Bridge quando l’auto guidata dall’attentatore aveva percorso il ponte a tutta velocità investendo i pedoni sul marciapiede. Il bilancio dell’attacco sale quindi a 5 vittime. (LE FOTO DEI SOCCORSI)

 

Era in viaggio col compagno - La donna era stata recuperata dai soccorritori ma è deceduta giovedì in ospedale dopo due settimane di ricovero. La giovane era in viaggio a Londra con il compagno. I familiari hanno diffuso un breve comunicato di cordoglio in cui hanno detto: “Non ci sono parole per descrivere il devastante dolore e vuoto che ha lasciato nei nostri cuori”.

 

La ricostruzione dell’attacco - Il 22 marzo una vettura ha travolto i pedoni sul ponte di Westminster, per poi schiantarsi contro il cancello del Parlamento. L’attentatore ha quindi accoltellato a morte un agente prima di essere ucciso. Le vittime dell’attacco erano 4 fino ad oggi. L’attentatore ucciso è stato identificato come Khalid Masood. (LA DINAMICA DELL'ATTACCO)

Leggi tutto