Anversa, auto tenta di investire passanti: un arresto. Armi a bordo

1' di lettura

Una vettura si è introdotta in una zona pedonale della città belga. È stata bloccata dalle forze dell’ordine e non si registrano feriti. Il conducente è stato arrestato. Era ubriaco. Nel bagagliaio rinvenute armi, ma si sospetta un'attività legata al traffico di droga

Un'auto avrebbe cercato di investire i passanti sulla principale via pedonale di Anversa. La vettura è stata intercettata dai militari e l’autista è stato arrestato. Non ci sarebbe alcun ferito.

L'uomo arrestato dopo aver cercato di investire i pedoni sul Meir è un cittadino francese domiciliato in Francia, ha spiegato la Procura federale belga.
Diverse armi sono state ritrovate nel bagagliaio: armi bianche, un'arma antisommossa e una tanica "contente un prodotto non ancora identificato". La vettura sarebbe una Citroen rossa immatricolata in Francia. Sul posto sono intervenuti gli artificieri.
 

Conducente ubriaco, forse legato la traffico di droga - Il conducente fermato era sotto l'effetto dell'alcol ed è noto alle forze dell'ordine per reati comuni ma non per legami con attività terroristiche. Nella sua auto c'erano stupefacenti. Secondo le informazioni raccolte dalla tv belga Rtbf, sarebbe legato al traffico di droga, che spiegherebbe la sua presenza ad Anversa.

 

 

La ricostruzione - Secondo la prima ricostruzione, fatta dal capo della polizia di Anversa, intorno alle 11 un veicolo si è introdotto sul Meir, l'area pedonale commerciale di Anversa piena di negozi. Alcuni poliziotti hanno cercato di intercettarlo e l'auto si è allora diretta verso il Quai Sint Michiel. 

 

La vettura è stata poi bloccata e il suo autista arrestato. Il sindaco di Anversa, Bart de Wever, in mattinata aveva evocato un "attentato sventato" nella città. In un tweet ha poi ringraziato le forze dell'ordine per l'intervento.

 

Leggi tutto