Francia, spari al liceo: fermato il miglior amico del sospettato

1' di lettura

Il ragazzo, che era ricercato e irreperibile da 24 ore, potrebbe aver aiutato il 16enne che ha aperto il fuoco nel liceo Tocqueville di Grasse a progettare l’azione. In mattinata le autorità hanno fermato anche il fratello. I testimoni: "Killian cercava qualcuno in particolare". MAPPA - FOTO

È stato fermato a 30 chilometri da Grasse il miglior amico di Killian, lo studente 16enne che giovedì ha sparato nella sua scuola, il liceo Tocqueville, ed è stato poi arrestato e trovato in possesso di un fucile a pompa, diverse pistole e una granata.

 

L'amico fermato - Il ragazzo, anche lui affascinato dalle armi, è stato riconosciuto da un gendarme. Era ricercato dalla polizia perché sospettato di aver aiutato Killian nel suo progetto e da 24 ore aveva fatto perdere le sue tracce. Questa mattina anche il fratello è stato posto in stato di fermo.

 

“Cercava qualcuno” - Sono emerse anche le prime testimonianze, riportate dalla ministra dell'Educazione Najat Vallaud-Belkacem, secondo cui alcuni ragazzi avrebbero detto che Killian "cercava uno o due studenti in particolare, aveva un obiettivo ben preciso". Questo perché ha aperto “la porta di una classe, immaginando che quelli che cercava fossero lì. Quando si è reso conto di essersi sbagliato, ha richiuso subito la porta. Dunque aveva uno scopo preciso”.

 

La sorpresa di allievi e professori - "È in corso un'inchiesta - ha proseguito Vallaud-Belkacem - Posso dirvi solo che dagli elementi raccolti ieri da insegnanti e allievi, la sorpresa è stata veramente totale. Vi cito ciò che mi ha detto uno dei professori: era uno studente di cui non si poteva immaginare un solo istante che potesse essere, come è stato poi scoperto, affascinato dalle armi da guerra”.

 

I feriti - Sono ancora ricoverati in ospedale i tre studenti e il preside del liceo rimasti feriti. Il primo, operato ieri, e uno dei ragazzi raggiunti dai colpi resteranno in ospedale, gli altri due potrebbero essere dimessi oggi. In tutto sono rimaste lievemente ferite 14 persone, di cui 10 durante la ressa scatenata dal panico. Il liceo Tocqueville oggi sarà aperto: accoglierà il personale, i ragazzi, le famiglie e per l'intera giornata sarà attivo un servizio di sostegno medico-psicologico.

Data ultima modifica 17 marzo 2017 ore 14:30

Leggi tutto