Germania, servizi segreti: "Presenti almeno 1600 simpatizzanti Isis"

La polizia tedesca durante un raid anti-terroristico a Francoforte sul Meno - Foto:Getty
1' di lettura

Secondo il presidente dell'intelligence interna gli individui radicalizzati in Germania sono aumentati in modo drastico rispetto all'anno scorso. Quelli considerati capaci di compiere un attentato sono 570

Sono drammaticamente aumentati gli islamici radicali sulla scena terroristica in Germania: lo ha detto oggi il presidente dei Servizi interni (BfV), Hans Georg Maassen, al congresso della polizia europea a Berlino. "Al momento contiamo circa 1.600 persone, come potenzialmente coinvolte nella scena del terrorismo islamico". Alla fine del 2016 se ne contavano ancora 1.200. I soggetti ritenuti "pericolosi", quelli cioè che potrebbero commettere attentati, sono 570, stando a recenti stime dell'Anticrimine. 

 

La radicalizzazione avviene online - Maassen ha sottolineato soprattutto i rischi che arrivano dalla radicalizzazione online. Ci sarebbero stati diversi casi, ha spiegato, nei quali il processo di radicalizzazione degli individui è avvenuto nei social network per poi proseguire via Whatsapp, con potenziali attentatori letteralmente addestrati in remoto da istruttori. "Si creano gruppi sociali nel cyberspazio i cui membri cambiano comportamento senza che ce ne si accorga nel mondo reale" ha spiegato Maassen. La difficoltà per l'intelligence tedesca è, ha aggiunto, capire chi fa parte di questi gruppi e riuscire a controllarli. 

 

Il rischio dei jihadisti in arrivo dalla Siria - Un altro rischio, ha spiegato Maassen, arriva da quei jihadisti tornati dalla guerra in Siria in Europa per compiere attentati. Si tratta di persone che, per via della loro esperienza sul campo di battaglia, "hanno spesso più famigliarità con un'arma automatica rispetto a un poliziotto di Berlino" ha affermato Masseen. Secondo il presidente del BfV ogni giorno le autorità tedesche ricevono in media quattro indicazioni attendibili su rischi concreti in Germania.

Leggi tutto