Romania, il governo ritira il decreto “salva corruzione”

1' di lettura

Il provvedimento è stato all'origine di imponenti manifestazioni di protesta negli ultimi giorni

Il governo romeno ha deciso di revocare il decreto d'urgenza sulla depenalizzazione dell'abuso di ufficio e di altri reati di corruzione, all'origine delle manifestazioni popolari di protesta degli ultimi giorni. Lo ha detto in serata Kalin Tariceanu, leader di Alde, partner di coalizione del partito socialdemocratico al potere, citato dai media.

 

Secondo l'opposizione era un provvedimento ad personam perché il leader del partito socialdemocratico, Liviu Dragnea, è al momento sotto processo per un abuso di 24 mila euro. 

Leggi tutto