Dall'Olanda arriva l'alleanza dei comici europei contro Trump

1' di lettura

Il video di una trasmissione satirica olandese che candida il proprio Paese a essere secondo dietro all'America "First" di Donald Trump diventa virale e dà il via a una serie di clip realizzate in tutto il Vecchio Continente. A coordinare il tutto il comico tedesco che l'anno scorso ha fatto infuriare Erdogan

Un'allenza di tutti i Late Show contro Donald Trump. E' quanto si sta realizzando nelle ultime settimane grazie al sito EverySecondsCounts che riunisce una serie di clip realizzate da emittenti diverse, ma sempre con lo stesso stile. Tutto è partito dalla trasmissione olandese della tv pubblica "Zondag mit Lubach". In risposta al discorso di insediamento del nuovo presidente, hanno realizzato uno spot, recitato in inglese e con uno stile vicino a quello di Trump, per promuovere i Paesi Bassi come il migliore alleato degli Stati Uniti. "America first, but Netherland second" è la frase che conclude la clip nella quale si fa un abbondante uso degli aggettivi "great" e "fantastic", si definisce la lingua tedesca una "fake news" e ci si vanta di aver creato l'Oceano Atlantico per dividere l'Olanda dal Messico. Pubblicato su Youtube il 23 gennaio, il video è diventato virale superando le 16 milioni di visualizzazioni. 
 

 

La risposta tedesca - A questo punto entra in scena Jan Boehmermann, il comico tedesco che lo scorso anno ha preso in giro Erdogan, causando uno scontro diplomatico tra Turchia e Germania. Boehmermann ha messo in contatto gli autori dei vari Late sho in onda in diversi paesi europei per realizzare una serie di video che candidano le varie nazioni ad essere "second" dietro all'America First. Il risultato è il sito EverySecondsCounts che raccoglie le clip realizzate in tutta Europa. 
 

 

Preso di mira Trump e gli europei - I video non prendono di mira solo la retorica e la visione del mondo di Donald Trump, ma vanno a colpire anche a casa propria. Così per esempio gli olandesi sottolineano le loro condizioni fiscali, che in Europa hanno attirato molte critiche, mentre gli Svizzeri si "vantano" di aver concesso il diritto di voto alle donne solamente nel 1971 (cosa realmente accaduta in alcuni cantoni). I belgi invece puntano sulle loro storiche divisioni interne, con i Valloni che vengono definiti i "messicani del Belgio". 



Gli Abba diventano belgi e la Germania ha vinto la guerra - In un epoca di fake news e fatti alternativi vale poi un po' tutto. Così gli svedesi Abba diventano belgi ("Alternative fact. Period", mentre la Germania si vanta di aver vinto le due guerre mondiali e il contrario sarebbero solo fake news della stampa corrotta. Al momento sono sette i video caricati su EverySecondsCount, ma presto dovrebbero aggiungersene altri, in una sorta di satirica alleanza dei Late Show contro Donald Trump.

Leggi tutto