Amsterdam, aeroporto Schiphol bloccato 7 ore per un guasto

Gli aerei che si trovavano già nei pressi dello scalo sono stati dirottati sull’aeroporto olandese di Rotterdam e in quello tedesco di Monaco di Baviera (Getty Images)
1' di lettura

Il problema si è manifestato intorno alle 8 di mattina del 1° febbraio ed è stato risolto solo nel pomeriggio. Centinaia di voli sono stati cancellati o hanno registrato pesanti ritardi

All’aeroporto di Amsterdam-Schiphol, nei Paesi Bassi, un guasto ha mandato in tilt per più di sette ore il sistema informatico provocando la cancellazione e il ritardo di più di cento voli. Gli aerei che si trovavano già nei pressi dello scalo sono stati dirottati sull’aeroporto olandese di Rotterdam e in quello tedesco di Monaco di Baviera. La Luchtverkeersleiding, l’agenzia che si occupa del controllo aereo nel Paese, ha fatto sapere in una nota che il guasto è stato causato da un hardware difettoso del sistema informativo che controlla il traffico aereo, e che è stato necessario sostituirlo. I primi problemi si erano riscontrati alle 8 di mattina del primo febbraio e il riavvio del sistema non era stato sufficiente per risolvere il problema.

 

Ritorno alla normalità – "Il traffico aereo – ha fatto sapere la Luchtverkeersleiding alle 15,30 – sta lentamente tornando alla normalità ma saranno comunque previsti ritardi per il resto della giornata”. L’aeroporto di Schiphol è uno dei cinque scali più trafficati d'Europa (nel 2015 sono transitate 58 milioni di persone) e ha un traffico medio giornaliero di circa 160mila passeggeri. Il guasto ha causato innumerevoli disagi e la compagnia di bandiera olandese Klm, che ha la sua sede principale proprio nell’aeroporto di Schiphol, è stata costretta a cancellare la gran parte dei voli in programma, tra cui quelli diretti in Germania, Belgio, Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti.

 

Leggi tutto